Becky Lynch

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Rebecca Quin)
Becky Lynch
Becky Lynch nel marzo 2016.
Becky Lynch nel marzo 2016.
Nome Rebecca Quin
Ring name Rebecca Quin
Rebecca Knox
Komeera
Becky Lynch
Nazionalità Irlanda Irlanda
Nascita Dublino, Irlanda
30 gennaio 1987
Residenza Orlando, FL
Altezza dichiarata 168 cm
Peso dichiarato 61 kg
Allenatore Prince Devitt
Debutto 2002
Federazione WWE - SmackDown
Progetto Wrestling

Rebecca Quin, meglio conosciuta come Becky Lynch (Dublino, 30 gennaio 1987), è una wrestler irlandese sotto contratto con la WWE, dov'è l'attuale detentrice del WWE SmackDown Women's Championship al suo primo regno.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Circuiti indipendenti (2004–2013)[modifica | modifica wikitesto]

Debutta nel mondo del wrestling il 6 febbraio 2004 sia per la National Wrestling Alliance sia per la PRO Wrestling Zero, dove sotto il ring name di Komeera batte Adam Abz. Il 7 febbraio perde un three on one Handicap Match insieme i The Finglas Hooligans contro Stefan Walloski.Il 3 luglio, insieme a Sean Brennan, battono i The Finglas Hooligans. Ad agosto, debutta anche per la Independent Wrestling Federation perdendo contro Riptide, ma vincendo contro Courtney Synn.

Il 13 maggio 2005, cambia il ring name in Rebecca Knox e debutta in una battle royal valevole per il titolo vacante, ma perde in favore di Nikita. Nella medesima serata, perde contro Skye. Il 27 maggio, debutta per la Elite Canadian Championship Wrestling e batte Miss Chevius. Il 17 giugno, perde il re-match. Il 18 giugno, in coppia con Calum, perdono contro la stessa Chevius e Tony. Il 24 giugno, vince il SuperGirls Championship battendo la rivale Elisabetta Terlizzi. Il 7 agosto, debutta per la Fighting Spirit Federation, perdendo un fatal four-way match per il titolo. Il 23 settembre, difende il titolo contro LuFisto, mentre il 24 batte Madison Eagles e anche Cheerleader Melissa. Il 14 ottobre, debutta per la New England Championship Wrestling, perdendo un match a quattro. Il 15 ottobre, vince un mixed tag team match. Il 28 e 29 ottobre debutta anche per la All Pro Wrestling, dove su tre match disputati, ne vince uno contro Morgan. Il 9 novembre, vince un battle royal e nella stessa serata vince un six tag team match.

Il 20 gennaio, difende il titolo contro Ashley Anne. Il 27 gennaio, batte anche El Phantasmo. Nel mese di febbraio, batte Veronika Vice mantenendo il titolo. La ri-batte anche il 24 febbraio. Il 25, perde un two on one Handicap Match. Il 25 marzo, batte Nikki Matthews. Il 31 marzo, vince un six tag team match. Il 7 aprile, batte ancora Veronika. Il giorno dopo, batte per la quarta volta Veronika. Il 21 aprile, perde il titolo contro Lisa Moretti. Il giorno dopo, perde anche il re-match. Il 3 giugno, debutta per la Catch Wrestling Norddeutschland, battendo Blue Nikita. Il 4 giugno, batte Sweet Saraya e vince il World Queens of Chaos Championship. L'11 giugno, batte Shadow. Il 25 giugno, batte anche Donna e Skye in un three way match. Il 1º luglio, batte Sweet Saraya. Il 20 agosto, perde contro Kyoko Kimura nel primo turno del torneo per decretare la nuova campionessa. L'8 settembre, insieme a Robby Mireno, perdono contro Kevin Steen. Il 9 settembre, perde contro Robby Mireno. Il 10 settembre, batte Emil Sitoci e Robby Mireno. Il 22 settembre, debutta per la German Stampede Wrestling, perdendo contro Kisu. Il 23 settembre, perde contro Sweet Sweet Saraya.

Non lotta per tutto il 2007 per un infortunio e ritorna il 9 febbraio debuttando per la Fight Factory Pro Wrestling e batte insieme a Sean Brennan, il team composto da Heavy D e Jenny Sjodin. Ritorna a lottare il 14 ottobre 2012 per la Union Of European Wrestling Alliances dove insieme a B. Cool e Katey Harvey, battono i rivali Dawn O'D, Deadbones Dawkins e Lasso Lucy. Il 25 gennaio 2013, insieme a Robbie Morrissey, battono Katey Harvey e Sean South.

SHIMMER Women Athletes (2006)[modifica | modifica wikitesto]

Debutta nella SHIMMER il 12 febbraio nel Volume 3, dove riesce a battere Allison Danger in quasi 23 minuti di match. Nel Volume 4, perde contro Daizee Haze in un match da 20 minuti. Nel Volume 5, si prende la rivincita su Daizee Haze in un Best Two Out Of Three Falls Match battendola per 2:1 in 28 minuti. Nel Volume 6, batte Allison Danger in un Pure Wrestling Rules Match in quasi 26 minuti. Successivamente, fa da manager alla stable formata da Saraya Knight e Britani Knight (The Knight Dinasty), per poi abbandonare la compagnia.

WWE[modifica | modifica wikitesto]

NXT (2013–presente)[modifica | modifica wikitesto]

L'8 aprile, firma un contratto con la WWE e viene mandata nel roster di sviluppo di NXT. Il 29 agosto, prende il nome di Becky Lynch. Tra la fine del 2013 e verso la metà del 2014, la Quin lotta principalmente nei live event. Il 26 giugno, avviene il suo debutto televisivo, dove riesce a sconfiggere Summer Rae. Fa poi team con Sasha Banks per qualche mese, fino a che non entra anche lei nel giro dell'NXT Women's Championship detenuto da Charlotte. Non riesce a vincere il titolo a NXT TakeOver: RIVAL, in un Fatal 4-Way Match che vedeva coinvolte, oltre alla campionessa e a Becky, anche Bayley e Sasha Banks, che otterrà la vittoria. Il 25 febbraio, batte Bayley. Il 22 aprile, vince un Triple Threat N°1 Contender Match battendo Bayley e Charlotte. Il 29 aprile, batte facilmente la debuttante Sarah Dobson. Il 6 maggio, turna face quando lei e Sasha Banks finiscono per attaccarsi durante la firma del loro Championship Match. Ad NXT TakeOver: Unstoppable, viene sconfitta da Sasha Banks non riuscendo conquistare la cintura. Il 10 giugno, batte Jessie.

PCB (2015)[modifica | modifica wikitesto]

Lynch ha fatto il suo debutto ufficiale notata subito per la sua bellezza nel roster principale della WWE nella puntata di Raw del 13 luglio 2015 insieme a Charlotte e Sasha Banks, dopo che Stephanie McMahon ha affermato di voler "rivoluzionare" la divisione delle WWE Diva; mentre Lynch e Charlotte si sono alleate con Paige, che stava avendo una faida con il Team Bella (The Bella Twins e Alicia Fox), Banks si è alleata con Tamina e Naomi, partecipando alla rissa che è scaturita tra i tre team.

Competizione singola (2015-2016)[modifica | modifica wikitesto]

A seguito del turn heel di Charlotte e di Paige, Becky è tornata a combattere singolarmente. Nella puntata di SmackDown! del 7 gennaio ha un'opportunità di vincere il WWE Divas Championship contro la stessa Charlotte ma questa, grazie all'aiuto di suo padre Ric Flair, riesce a sconfiggere Becky, seppur illegalmente avendola schienata con i piedi appoggiati sulle corde.
Alla Royal Rumble del 24 gennaio 2016 Charlotte ha sconfitto nuovamente Becky mantenendo il titolo, sempre grazie all'aiuto del padre.

Il 25 gennaio a Raw ha un match contro Sasha Banks, ma entrambe vengono attaccate da Charlotte. Nella puntata di Raw del 1º marzo ha un match contro Sasha Banks per determinare la contendente numero uno al Divas Championship dove entrambe vengono attaccate da Naomi e Tamina, sconfiggendole poi, insieme alla Banks a Fastlane. A SmackDown Sasha e Becky vengono attaccate da Charlotte così viene deciso che la campionessa dovrà conquistare il WWE Women's Championship, il nuovo titolo femminile (con il conseguente ritiro del WWE Divas Championship), in un triple threat match contro Becky e Sasha a WrestleMania 32, match in cui Charlotte ha vinto il titolo, nuovamente grazie all'aiuto del padre. Il 19 giugno a Money in the Bank Becky e Natalya sono state sconfitte da Charlotte e Dana Brooke; nel post match Natalya ha effettuato un turn heel attaccando proprio la sua compagna Becky.[1]

WWE SmackDown Women's Champion (2016-presente)[modifica | modifica wikitesto]

Con la Draft Lottery avvenuta nella puntata di SmackDown del 19 luglio, Becky è stata trasferita nel roster di SmackDownLive. Il 24 luglio a Battleground Becky è stata sconfitta da Natalya. Nella puntata di SmackdowLive del 26 Luglio, ottiene la sua rivincita sconfiggendo Natalya.

Nella puntata di SmackDownLive del 23 agosto il Commissioner Shane McMahon e il GM Daniel Bryan annunciano l'introduzione del WWE SmackDown Women's Championship, la cui prima campionessa verrà incoronata in un Six-Pack Challenge Elimination match tra Becky, Carmella, Naomi, Natalya, Nikki Bella e Alexa Bliss a Backlash. Nella stessa puntata sconfigge Alexa Bliss. L'11 settembre a Backlash Becky Lynch ha vinto il Six-Pack Challenge Elimination match eliminando per ultima Carmella e vincendo il WWE SmackDown Women's Championship per la prima volta.

Nel wrestling[modifica | modifica wikitesto]

Mosse finali[modifica | modifica wikitesto]

Mosse caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Manager[modifica | modifica wikitesto]

  • Scotty Mac

Soprannomi[modifica | modifica wikitesto]

  • "K-Nox"
  • "The (Self-Proclaimed) Irish Lass Kicker"[2]
  • "Maiden Ireland"[3]
  • "Becky Balboa"

Musiche d'ingresso[modifica | modifica wikitesto]

Titoli e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Queens of Chaos

  • World Queens of Chaos Championship

SuperGirls Wrestling

  • SuperGirls Championship (1)
  • SuperGirls Championship tournament (2005)

World Wrestling Entertainment

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) James Caldwell, 6/19 WWE MITB PPV Results – Caldwell's Complete Live Report, su pwtorch.com, Pro Wrestling Torch, 19 giugno 2016. URL consultato il 20 giugno 2016.
  2. ^ (EN) Superstars and Divas pick Survivor Series dream teams: 2015 edition, su wwe.com, WWE. URL consultato il 5 luglio 2016.
  3. ^ (EN) Anthony Benigno, Divas Champion Charlotte def. Becky Lynch, su Wwe.com, WWE, 30 novembre 2015. URL consultato il 5 luglio 2016.
  4. ^ WWE: Celtic Invasion (Becky Lynch) - Single, iTunes. URL consultato il 18 dicembre 2014.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]