Rebecca Heineman

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Rebecca Ann Heineman, nata William Salvador Heineman (Whittier, 30 ottobre 1963) è una designer e programmatrice statunitense. Veterana di lunga data dell'industria dei videogiochi, Heineman è stata fondatrice delle società di videogiochi Interplay Productions, Logicware, Contraband Entertainment e Olde Sküül. È amministratrice delegata di Olde Sküül dal 2013.

I primi anni[modifica | modifica wikitesto]

Rebecca è nata e cresciuta a Whittier, in California. [1] Quando era giovane non poteva permettersi di acquistare giochi per il suo Atari 2600, quindi ha imparato da sola a copiare le cartucce e si è costruita una considerevole collezione di videogiochi piratati. In seguito ha decodificato il codice della console per capire come fossero stati realizzati i giochi. [2] Nel 1980, Heineman e un amico si recarono a Los Angeles per competere in una sezione regionale di un campionato nazionale di Space Invaders. Sebbene non si aspettasse di rientrare tra i primi 100 concorrenti, vinse la competizione. Nello stesso anno vinse anche il campionato a New York. Heineman è quindi considerata la prima campionessa nazionale di tornei di videogiochi.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver vinto il torneo, Heineman ricevette l'offerta di un lavoro di scrittura per la rivista mensile Electronic Games e un lavoro di consulenza per un libro intitolato How to Master Video Games. Durante questo periodo, disse a un editore di una rivista di aver decodificato il codice di Atari 2600 e l'editore organizzò un incontro tra Heineman e i proprietari dello sviluppatore di videogiochi Avalon Hill. Subito dopo averli incontrati fu assunta istantaneamente come programmatrice. Heineman, che all'epoca aveva 16 anni, si trasferì per il nuovo lavoro, annullando i suoi piani per ottenere un diploma di scuola superiore. Ad Avalon Hill, Heineman ha creato un manuale per il team di programmazione dell'azienda, il motore di gioco dello studio e il codice di base per diversi progetti software, incluso il suo primo gioco, London Blitz, prima di lasciare l'azienda. [2]

Heineman fece ritorno in California per lavorare per la Boone Corporation, programmando i giochi Chuck Norris Superkicks e Robin Hood, acquisendo conoscenze di programmazione per Commodore 64, Apple II, VIC-20 e IBM, hardware per videogiochi e design di videogiochi. Boone cessò le attività nel 1983, così Heineman si unì a Brian Fargo, Jay Patel e Troy Worrell, e i quattro fondarono Interplay Productions (in seguito conosciuta come Interplay Entertainment). Heineman ha lavorato come programmatore capo per l'azienda, lavorando a Wasteland, The Bard's Tale, Out of This World e ai port su Mac OS e 3DO di Wolfenstein 3D . [2]

Heineman ha continuato a progettare giochi come The Bard's Tale III: Thief of Fate, Dragon Wars, Tass Times in Tonetown, Borrowed Time, Mindshadow e The Tracer Sanction, per Interplay. In seguito alla crescita dell'azienda, che raggiunse più di 500 dipendenti, Heineman, desiderosa di tornare alle sue radici di un piccolo team, lasciò la sua posizione nel 1995 e ha co-fondò Logicware, dove lavorò come chief technology officer e lead programmerr. Heineman ha supervisionato le attività di porting dell'azienda, che includevano Out of This World, Shattered Steel, Jazz Jackrabbit 2 e un porting cancellato di Half-Life per Mac OS. [2]

Nel 1999, Heineman ha fondato Contraband Entertainment, svolgendo il ruolo di amministratrice delegata. La società ha sviluppato diversi giochi originali insieme a port su varie piattaforme per altri sviluppatori. I progetti guidati da Heineman includono Myth III: The Wolf Age e Activision Anthology, e le porte Mac OS per Aliens vs. predator, Baldur's Gate II e Heroes of Might and Magic IV. Durante questo periodo, ha anche svolto attività di consulenza direttamente per altre società: ha lavorato come "Senior Engineer III" per Electronic Arts, ha aggiornato il codice motore per Barking Lizards Technologies e Ubisoft, ha ottimizzato il codice per Sensory Sweep Studios, ha lavorato come architetto software senior per Bloomberg LP e Amazon, ha lavorato come consulente sullo sviluppo di Xbox 360 per Microsoft e ha lavorato al codice del kernel per PlayStation Portable e PlayStation 4 presso Sony. Durante la sua permanenza ad Amazon, Heineman è stata anche la "Transgender Chair" del gruppo LGBTQ + di Amazon, noto come Glamazon. [2]

Contraband è stato liquidato nel 2013 e Heineman ha fondato una nuova società, Olde Sküül, insieme a Jennell Jaquays, Maurine Starkey e Susan Manley. Presso Olde Sküül, Heineman ricopre il ruolo di CEO. [2]

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Intorno al 2003, a Heineman è stata diagnosticata la disforia di genere e ha iniziato il suo percorso di transizione da uomo a donna. [3] Ha formalmente cambiato il suo nome in Rebecca Ann. [4] [5] Dalla transizione, Heineman vive da lesbica. Ha cinque figli ed è sposata con Jennell Jaquays. [6] Heineman risiede a El Cerrito, in California, dove ha sede la sua azienda Olde Sküül. [2] [7]

Lavoro in comitati[modifica | modifica wikitesto]

Heineman fa parte del comitato consultivo del Museo di storia dei videogiochi dal 2011 e fa parte del consiglio di amministrazione dell'organizzazione LGBTQ + GLAAD . [2]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Heineman è riconosciuta come il primo campione nazionale di tornei di videogiochi per aver vinto il campionato nazionale americano di Space Invaders del 1980. [2] Sailor Ranko, una fanfiction basata su Sailor Moon creata da Heineman, ha vinto numerosi premi. Nel 2017 è diventata membro della International Video Game Hall of Fame.

Giochi[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]