Re d'armi della Giarrettiera

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Re d'armi della Giarrettiera
Coat of Arms of the Garter King of Arms.svg
Insegna ufficiale del re d'armi della Giarrettiera
Tradizione araldica Gallo-britannica
Giurisdizione Inghilterra, Galles e Irlanda del nord
Autorità collegio degli araldi
Attuale detentore Thomas Woodcock

Quello di re d'armi della Giarrettiera (in inglese: Garter Principal King of Arms, detto anche Garter King of Arms o semplicemente Garter) è un incarico dell'araldica inglese che esiste dal 1415.

Ruolo[modifica | modifica wikitesto]

Il Garter è responsabile presso il conte maresciallo dell'andamento del Collegio. Egli precede il sovrano nelle cerimonie araldiche ed ha specifiche responsabilità in Inghilterra, Galles e Irlanda del Nord, ad eccezione del Canada e di tutti gli stati del Commonwealth. Egli è anche re d'arme dell'Ordine della Giarrettiera ed il suo sigillo appare come garanzia su molti collegi nazionali.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'incarico deve il suo nome all'Ordine della Giarrettiera. Enrico V d'Inghilterra istituì l'ufficio del Garter nel 1415 poco prima di partire alla volta della Francia, con l'intento di renderne la guida per tutti gli altri araldi.[1] Egli doveva dar modo di dimostrare di avere distinte capacità, un parente nell'Ordine della Giarrettiera, e di essere già a capo di qualche altro collegio degli araldi, venendo sottoposto solo al conte maresciallo.[1]

Egli aveva il potere di nominare degli araldi per la propria deputazione: doveva essere un gentiluomo inglese nativo dell'Inghilterra.[1] Per accedervi era necessario avere almeno il titolo di cavaliere e per questo dall'epoca di Enrico VII molti ottennero la nobilitazione o perlomeno l'inserimento in un ordine cavalleresco.[1] L'incarico consentiva inoltre di correggere privilegi, errori o usurpazioni in tutti gli armoriali inglesi, o presentare alla Camera dei Lords la genealogia ufficiale di ogni nuovo pari che vi veniva ammesso.[1]

Lo stemma di questo incarico è secondo le fonti ufficiali: D'argento alla croce di rosso, al capo d'azzurro con una corona d'oro centrale racchiusa in una giarrettiera e affiancata a destra da un giglio ed a sinistra da un leone passante guardante del medesimo colore.[2]

Detentori dell'incarico[modifica | modifica wikitesto]

Manoscritto miniato del 1430 circa che illustra William Bruges, il primo re d'armi della Giarrettiera, inginocchiato di fronte a San Giorgio.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e Noble (1804), p. 59
  2. ^ The origin and history of the various heraldic offices. College of Arms. Accessed 4 September 2009.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

araldica Portale Araldica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di araldica