Raul Mordenti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Raul Mordenti (Roma, 6 agosto 1947) è un politico e scrittore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Il padre, un soldato che aderì al fascismo, abbandonerà Benito Mussolini dopo l'esperienza sul fronte jugoslavo e si unirà alla Resistenza partigiana con le Brigate Garibaldi: questa scelta influirà notevolmente sul giovane Mordenti.

Fin dal 1961 Raul Mordenti partecipa all'esperienza dell'associazione giovanile "Nuova Resistenza", un'associazione unitaria di giovani antifascisti. Successivamente ha fatto parte dell'"Intesa universitaria", mentre nel 1968 partecipò al Movimento Studentesco. Ricercatore all'Università La Sapienza di Roma, in cui ha insegnato Letteratura italiana collaborando con Alberto Asor Rosa, successivamente divenne professore ordinario di critica letteraria all'Università degli studi di Roma Tor Vergata, dove si trova tuttora. Negli anni settanta parteciperà al Movimento del '77, dopo aver militato per anni nel movimento dei collettivi e dei Comitati di quartiere (non aderendo mai ai gruppi).

Nel 1983 entra in Democrazia Proletaria, quindi nel 1991 aderisce a Rifondazione Comunista, di cui diventa consigliere regionale del Lazio nel 1999. All'interno del PRC è stato membro del comitato politico nazionale del partito nonché membro della segreteria romana; per qualche tempo fu anche redattore del settimanale "Liberazione". Dal 2010 è responsabile dell'Ufficio formazione politica del PRC.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Saggi e articoli[modifica | modifica wikitesto]

  • La fine dell'outsider, in "Agalma", n. 14, settembre 2007, pp. 13-16.
  • L'altra critica degli intellettuali, in "Agalma", n. 15, marzo 2008, pp. 43-49.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN38370575 · ISNI (EN0000 0000 8117 5611 · SBN IT\ICCU\CFIV\004488 · LCCN (ENn2004102744 · GND (DE132874822 · BNF (FRcb12139154m (data) · BAV ADV10299648