Ratko Perić

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ratko Perić
vescovo della Chiesa cattolica
Ratko Perić.jpg
Coat of arms of Ratko Perić.svg
Kroz nevolje u kraljevstvo Božje
Titolo Mostar-Duvno
Incarichi attuali Vescovo di Mostar-Duvno
Amministratore apostolico di Trebigne-Marcana
Incarichi ricoperti Vescovo coadiutore di Mostar-Duvno
Nato 2 febbraio 1944 (73 anni) a Rovišće
Ordinato presbitero 29 giugno 1969
Nominato vescovo 29 maggio 1992 da papa Giovanni Paolo II (poi santo)
Consacrato vescovo 14 settembre 1992 dal cardinale Franjo Kuharić

Ratko Perić (Rovišće, 2 febbraio 1944) è un vescovo cattolico croato, ordinario della diocesi di Mostar-Duvno e amministratore apostolico della diocesi di Trebigne-Marcana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Ratko Perić nasce a Tuk, villaggio del comune di Rovišće, in Croazia. Dopo gli studi a Zagabria e Roma, viene ordinato sacerdote il 29 giugno 1969 a Prisoje.

Conseguito il dottorato presso la Pontificia Università Urbaniana nel 1971, si dedica all'insegnamento nei seminari cattolici di Sarajevo e di Zagabria e, per parecchi anni, alla Pontificia Università Gregoriana di Roma.

Dal 1980 al 1992 è rettore dell'Istituto Universitario Pontificio Croato di San Gerolamo a Roma.

Il 29 maggio 1992 papa Giovanni Paolo II lo nomina vescovo coadiutore di Mostar-Duvno. Poiché la cattedrale di Mostar era stata profondamente danneggiata durante la guerra di Jugoslavia, riceve la consacrazione episcopale a Neum, il 14 settembre dello stesso anno. Il 24 luglio 1993, giorno delle dimissioni del vescovo Pavao Žanić, gli succede nella medesima sede e diventa anche ex officio amministratore apostolico permanente della diocesi di Trebigne-Marcana.

È noto per la sua diffidenza nei confronti delle presunte apparizioni della Madonna a Međugorje, località che ricade nella sua giurisdizione vescovile, e si è più volte espresso contro la loro autenticità[1] ritenendo, in base al discernimento che gli compete in qualità di ordinario del luogo, che esse non constino di natura soprannaturale. In questa valutazione Perić segue completamente la linea del predecessore Žanić, linea fatta propria anche dall'allora Conferenza episcopale jugoslava e dall'attuale Conferenza episcopale di Bosnia ed Erzegovina.[2]

Genealogia episcopale[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Vescovo di Mostar-Duvno Successore BishopCoA PioM.svg
Pavao Žanić dal 24 luglio 1993 in carica
Predecessore Amministratore apostolico di Trebigne-Marcana Successore BishopCoA PioM.svg
Pavao Žanić dal 24 luglio 1993 in carica
Controllo di autorità VIAF: (EN41098872 · LCCN: (ENn96000741 · ISNI: (EN0000 0003 7399 8986 · BNF: (FRcb150738634 (data) · BAV: ADV11254656