Rappresentante speciale dell'Unione europea

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Il rappresentante speciale dell'unione Europea (RSUE) è un emissario dell'Unione europea con specifici compiti in una determinata area. A differenza degli ambasciatori per l'Unione europea che rappresenta l'UE in un singolo Paese, i rappresentanti speciali hanno responsibilità su questioni specifiche, in genere conflitti, che interessano regioni particolari o aree sovranazionali. Il RSUE risponde direttamente all'Alto rappresentante dell'Unione per gli affari esteri e la politica di sicurezza, carica ricoperta al momento da Federica Mogherini.

Attuali rappresentanti speciali per regione[modifica | modifica wikitesto]

Continente Area Rappresentante speciale Mandato Nazionalità Note
Europe orthographic Caucasus Urals boundary.svg Europa Bosnia ed Erzegovina Bosnia ed Erzegovina Lars-Gunnar Wigemark[1] 1 marzo 2015 31 ottobre 2015 Svezia Svezia A partire dal settembre 2011, la posizione fu separata da quella dell'alto rappresentante per la Bosnia ed Erzegovina (che rimase nelle mani di Valentin Inzko) al fine di favorire il processo di adesione della Bosnia ed Erzegovina all'Unione europea.
Kosovo Kosovo Samuel Žbogar[2] 1 febbraio 2012 31 ottobre 2015 Slovenia Slovenia
Caucaso del Sud e Georgia Herbert Salber[3][4] 1 luglio 2014 31 ottobre 2015 Germania Germania
Asia (orthographic projection).svg Asia Afghanistan Afghanistan Franz-Michael Skjold Mellbin[5] 1 settembre 2013 31 ottobre 2015 Danimarca Danimarca Il mandato consiste nel promuovere l'implementazione degli obiettivi politici dell'UE in Afghanistan ed in particolare l'attuazione della dichiarazione congiunta UE-Afghanistan e l'appoggio del ruolo svolto dalle Nazioni Unite.
Asia centrale Peter Burian[6] 15 aprile 2015 30 aprile 2016 Slovacchia Slovacchia Il mandato prevede l'appoggio al miglioramento delle relazioni tra la UE e i Paesi dell'Asia centrale e il rafforzamento della stabilità, della cooperazione, della democrazia e del rispetto dei diritti umani nella regione.
Processo di pace in Medio Oriente Fernando Gentilini[7] 15 aprile 2015 30 aprile 2016 Italia Italia Il mandato comprende il perseguimento degli obiettivi dell'UE riguardo alla soluzione del processo di pace in Medio Oriente che prevede la coesistenza di due Stati: Israele ed un sovrano Stato di Palestina in accordo con le risoluzioni del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite 242, 338, 1397, 1402 e con i principi della conferenza di Madrid.
Africa (orthographic projection).svg Africa Corno d'Africa Alexander Rondos[8] 1 gennaio 2012 31 ottobre 2015 Grecia Grecia
Sahel Michel Dominique Reveyrand-de Menthon[9] 18 marzo 2013 31 ottobre 2015 Francia Francia
Blank map of the world (Robinson projection) (10E).svg Mondo Diritti umani Stauros Lamprinidīs[10] 1 settembre 2012 28 febbraio 2017 Grecia Grecia Il mandato comprende il miglioramento dell'efficacia e della visibilità della politica dell'UE in materia di diritti umani; in particolare rafforzamento della democrazia, la giustizia internazionale, la legge umanitaria e l'abolizione della pena di morte.

Rappresentanti speciali del passato[modifica | modifica wikitesto]

Area Rappresentante speciale Mandato Nazionalità
Afghanistan Afghanistan Klaus Peter Klaiber 10 dicembre 2001 30 giugno 2002 Germania Germania
Francesc Vendrell 1 luglio 2002 31 agosto 2008 Spagna Spagna
Ettore Francesco Sequi 1 settembre 2008 31 marzo 2010 Italia Italia
Vygaudas Ušackas 1 aprile 2010 31 agosto 2013 Lituania Lituania
Regione dei grandi laghi africani Aldo Ajello 25 marzo 1996 28 febbraio 2007 Italia Italia
Roeland van de Geer 1 marzo 2007 31 agosto 2011 Paesi Bassi Paesi Bassi
Unione africana Koen Vervaeke 6 dicembre 2007 31 ottobre 2011 Belgio Belgio
Gary Quince 1 novembre 2011 30 giugno 2014 Regno Unito Regno Unito
Bosnia ed Erzegovina Bosnia ed Erzegovina Paddy Ashdown[11] 3 giugno 2002 31 gennaio 2006 Regno Unito Regno Unito
Christian Schwarz-Schilling[11] 1 febbraio 2006 30 giugno 2007 Germania Germania
Miroslav Lajčák[11] 1 luglio 2006 28 febbraio 2009 Slovacchia Slovacchia
Valentin Inzko[11] 1 marzo 2009 31 agosto 2011 Austria Austria
Peter Sørensen 1 settembre 2011 31 ottobre 2014 Danimarca Danimarca
Asia centrale Ján Kubiš 28 luglio 2005 5 luglio 2006 Slovacchia Slovacchia
Pierre Morel 5 ottobre 2006 30 giugno 2012 Francia Francia
Patricia Flor 1 luglio 2012 30 giugno 2014 Germania Germania
Crisi georgiana Pierre Morel 25 settembre 2008 31 agosto 2011 Francia Francia
Kosovo Kosovo Wolfgang Petritsch[12] 5 ottobre 1998 29 luglio 1999 Austria Austria
Pieter Feith 4 febbraio 2008 30 aprile 2011 Paesi Bassi Paesi Bassi
Fernando Gentilini 1 maggio 2011 31 gennaio 2012 Italia Italia
Macedonia del Nord Macedonia del Nord François Léotard 29 giugno 2001 29 ottobre 2001 Francia Francia
Alain Le Roy 29 ottobre 2001 28 febbraio 2002 Francia Francia
Alexis Brouhns 30 settembre 2002 31 dicembre 2003 Belgio Belgio
Søren Jessen-Petersen 26 gennaio 2004 30 giugno 2004 Danimarca Danimarca
Michael Sahlin 12 luglio 2004 31 agosto 2005 Svezia Svezia
Erwan Fouéré 17 ottobre 2005 31 agosto 2011 Irlanda Irlanda
Processo di pace in Medio Oriente Miguel Ángel Moratinos 25 novembre 1996 31 maggio 2002 Spagna Spagna
Marc Otte 14 luglio 2003 28 febbraio 2011 Belgio Belgio
Andreas Reinicke 1 febbraio 2012 31 dicembre 2013 Germania Germania
Moldavia Moldavia Adriaan Jacobovits de Szeged 23 marzo 2005 28 febbraio 2007 Paesi Bassi Paesi Bassi
Kálmán Mizsei 1 marzo 2007 28 febbraio 2011 Ungheria Ungheria
Caucaso del Sud Heikki Talvitie 1 luglio 2003 28 febbraio 2006 Finlandia Finlandia
Peter Semneby 1 marzo 2006 28 febbraio 2011 Svezia Svezia
Philippe Lefort[13] 1 settembre 2011 30 giugno 2014 Francia Francia
Processo Royaumont Panagiotis Roumeliotis[14] 31 maggio 1999 31 maggio 2000 Grecia Grecia
Mediterraneo meridionale Bernardino León 18 luglio 2011 30 giugno 2014 Spagna Spagna
Coordinatore speciale per il Patto di stabilità per l'Europa sud orientale Bodo Hombach 2 luglio 1999 31 dicembre 2001 Germania Germania
Erhard Busek 1 gennaio 2002 30 giugno 2008 Austria Austria
Sudan Sudan Pekka Haavisto 18 luglio 2005 30 aprile 2007 Finlandia Finlandia
Torben Brylle 1 maggio 2007 31 agosto 2010 Danimarca Danimarca
Rosalind Marsden[15] 1 settembre 2010 31 ottobre 2013 Regno Unito Regno Unito
Jugoslavia Jugoslavia Felipe González 8 giugno 1998 11 ottobre 1999 Spagna Spagna

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) COUNCIL DECISION 2011/426/CFSP of 18 July 2011 appointing the European Union Special Representative in Bosnia and Herzegovina, Gazzetta ufficiale dell'Unione europea, 18 luglio 2011.
  2. ^ (EN) COUNCIL DECISION (CFSP) 2015/485 of 20 March 2015 extending the mandate of the European Union Special Representative in Kosovo, Gazzetta ufficiale dell'Unione europea, 21 marzo 2011.
  3. ^ (EN) COUNCIL DECISION (CFSP) 2015/332 of 2 March 2015 extending the mandate of the European Union Special Representative for the South Caucasus and the crisis in Georgia, Gazzetta ufficiale dell'Unione europea, 3 marzo 2015.
  4. ^ (EN) Herbert Salber (PDF), SEAE.
  5. ^ (EN) COUNCIL DECISION (CFSP) 2015/331 of 2 March 2015 extending the mandate of the European Union Special Representative in Afghanistan, Gazzetta ufficiale dell'Unione europea, 3 marzo 2015.
  6. ^ (EN) COUNCIL DECISION (CFSP) 2015/598 of 15 April 2015 appointing the European Union Special Representative for Central Asia, Gazzetta ufficiale dell'Unione europea, 16 aprile 2015.
  7. ^ (EN) COUNCIL DECISION (CFSP) 2015/599 of 15 April 2015 appointing the European Union Special Representative for the Middle East Peace Process (MEPP), Gazzetta ufficiale dell'Unione europea, 16 aprile 2015.
  8. ^ (EN) COUNCIL DECISION (CFSP) 2015/440 of 16 March 2015 extending the mandate of the European Union Special Representative for the Horn of Africa, Gazzetta ufficiale dell'Unione europea, 17 marzo 2015.
  9. ^ (EN) COUNCIL DECISION (CFSP) 2015/439 of 16 March 2015 extending the mandate of the European Union Special Representative for the Sahel, Gazzetta ufficiale dell'Unione europea, 17 marzo 2015.
  10. ^ (EN) COUNCIL DECISION (CFSP) 2015/260 of 17 February 2015 extending the mandate of the European Union Special Representative for Human Rights, Gazzetta ufficiale dell'Unione europea, 18 febbraio 2015.
  11. ^ a b c d Facente anche le funzioni di alto rappresentante per la Bosnia ed Erzegovina.
    (EN) Council Joint Action of 11 March 2002 on the appointment of the EU Special Representative in Bosnia and Herzegovina (PDF), Consiglio d'Europa, 13 marzo 2002.
  12. ^ Come inviato speciale.
  13. ^ Con incarichi anche per la Crisi georgiana.
  14. ^ Già coordinatore del processodi stabilità e di buon vicinato nell'Europa sud orientale.
  15. ^ Dal 1 agosto 2011 con incarichi anche per il Sudan del Sud.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]