Raoul Chiesa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Raoul Chiesa (Torino, 3 luglio 1973) è un hacker italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo anni di studio sul funzionamento dei videogame, si è avvicinato al mondo della telematica amatoriale e delle reti di trasmissione basate sul protocollo X 25 (es: Itapac e Sprintnet/Telenet). Gestisce una società di sicurezza informatica, e partecipa alla comunità di sikurezza.org.

Ha cominciato a fare hacking nel 1986 e ha continuato fino al 1995. Fu arrestato in seguito all'intrusione in un sistema informatico della Banca d'Italia operato con Matteo Del Mistro, assieme al quale patteggiò una condanna. Successivamente, decise di dedicarsi professionalmente alla sicurezza[1][2][3].

Si autodefinisce un "ethical hacker", ovvero una persona mossa da curiosità e non da intenti criminali, e in questa categoria riconduce le sue azioni passate[4].

Pubblicazioni[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ http://www.umbertotorelli.com/documents/145_2007_Raoul_Chiesa.pdf
  2. ^ @ Mediaservice.net
  3. ^ 24 ore, 24 realtà italiane, Raoul Chiesa. C'era una volta un hacker
  4. ^ Fabio Gibellino, Intervista a Raoul Chiesa: “Rimpiago gli anni Ottanta, quando gli strumenti hacking non li scaricavi da Google”, Wired Italia. URL consultato il 6 luglio 2010.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN14241693