Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Ranpo Edogawa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Rampo Edogawa 02.jpg

Ranpo Edogawa (江戸川乱歩, Edogawa Ranpo), vero nome Taro Hirai (平井太郎 Hirai Tarō?), (Prefettura di Mie, 21 ottobre 189428 luglio 1965) è stato uno scrittore e critico letterario giapponese.

Scrisse numerosi romanzi e racconti gialli; il detective Kogoro Akechi è il protagonista delle sue storie. Il suo nome viene occasionalmente traslitterato anche in Rampo, con la M.

Edogawa fu un grande ammiratore degli scrittori di gialli occidentali, specialmente di Edgar Allan Poe. Lo pseudonimo "Edogawa Ranpo" (エドガー・アラン・ポー Edogaa Aran Poo?) è infatti la trasposizione fonetica del nome di Poe. Altri autori che influenzarono particolarmente il suo lavoro furono Maurice Leblanc e Sir Arthur Conan Doyle.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

(parziale)

Romanzi pubblicati in Italia[modifica | modifica wikitesto]

Raccolta di racconti[modifica | modifica wikitesto]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Film tratti dai suoi racconti (ordine cronologico inverso)

Riferimenti nei media[modifica | modifica wikitesto]

Un celebre riferimento a quest'autore è presente nel manga Detective Conan il protagonista Shinichi Kudo, per nascondere la sua vera identità, sceglie il nome fittizio di Conan Edogawa unendo il nome di Conan Doyle al cognome di Edogawa. Un personaggio del manga, Kogoro Mori, ha questo nome per un omaggio dell'autore al detective di Edogawa.

Il personaggio di Ranpo appare protagonista in un ruolo nel fim del 1994 I misteri di Rampo. Il film del 2005, Rampo Noir, che vede come attore protagonista Tadanobu Asano, presenta quattro racconti dell'autore. Il film è stato presentato in Italia alla manifestazione Far East Film, tenutosi a Udine per l'ottavo anno consecutivo.

Una serie anime, ispirata alle sue opere, andrà in onda il 2 luglio 2015 e si intitola: Ranpo kitan: Game of Laplace.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN76350116 · LCCN: (ENn85129038 · ISNI: (EN0000 0000 8156 1360 · GND: (DE120811332 · BNF: (FRcb12126583c (data)