Raniero Fasani

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Raniero Fasani (Perugia, ... – Perugia, 1281) è stato un riformatore religioso e francescano italiano, noto per aver dato origine nel 1260 al movimento dei flagellanti o disciplinati, gruppi di fedeli che in processione usavano cantare e flagellarsi in pubblico per espiare le colpe terrene e prepararsi per il giudizio universale.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Flagellanti (xilografia del XV secolo)

Le notizie sulla vita di Raniero Fasani sono talmente incerte o poco affidabili che ne è stata messa in discussione perfino la stessa realtà storica. Nacque probabilmente a Perugia verso l'inizio del XIII secolo[1]. Secondo l'erudito Ludovico Jacobilli, apparteneva alla nobile famiglia dei Fagiani di Perugia, decaduta nel secolo successivo alla morte del nostro[2]. Secondo l'anonimo autore de La lezenda de Fra Rainero Faxano, Fasani sarebbe stato un eremita francescano che avrebbe abbandonato la vita solitaria di preghiera tra il 1258 e 1260, dopo l'apparizione del santo eremita Bevignate e della Madonna; La lezenda è giudicata tuttavia inaffidabile anche per numerose incongruenze cronologiche[1].

Nel 1260 Fasani sarebbe stato il promotore del movimento penitenziale dei fiagellanti. La flagellazione era in uso già a partire dall'VIII secolo, come ci testimoniano i libri penitenziali, ossia quelle opere nelle quali venivano catalogate le singole colpe con le rispettive pene canoniche, per l'amministrazione della penitenza; quel tipo di flagellazione era attuata tuttavia solo da singoli individui. Fra Raniero la rese invece pubblica riuscendo a coinvolgere perfino il Consiglio comunale di Perugia il quale, con una delibera del 4 maggio 1260, le diede pubblica consacrazione[3]. Il movimento dei flagellanti da Perugia si diffuse fino all'Europa centrale, finché non fu messo al bando da Papa Clemente VI nel 1349.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Orioli, DBI.
  2. ^ L. Jacobilli, Vita del B. Bonap. p. 20; citato in: Giovanni Battista Melloni, Atti, o memorie degli uomini illustri in santità nati, o morti in Bologna raccolte, descritte ed illustrate con note da Giovambattista Melloni..., Bologna: Lelio dalla Volpe, 1773, Vol. I, p. 261, nota 18 (Google libri)
  3. ^ Giovanni Cecchini, Rainero Fasano e i disciplinati, in Accademie e Biblioteche d'Italia, XLII (1974), pp. 16-27; l'articolo è stato tradotto in lingua francese col titolo Raniero Fasani et les flagellants, in: Mélanges de l'Ecole française de Rome. Moyen-Age, Temps modernes, Année 1975, Volume 87, Numéro 1, pp. 339-352 (Testo in Persée)

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN89672691 · BAV ADV11926453