Ranger 1

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ranger 1
Immagine del veicolo
Ranger 1 hangar.jpg
Dati della missione
Proprietario NASA
Esito non superata l'orbita di parcheggio; distrutta nel rientro in atmosfera
Lancio 23 agosto 1961
Strumentazione
  • Telescopio Lyman-alpha
  • Magnetometro a vapori di rubidio
  • 3 analizzatori elettrostatici
  • Rilevatore di particelle
  • 2 telescopi a coincidenza tripla
  • Rilevatore di raggi cosmici
  • Rilevatore di polvere cosmica
  • Rilevatore di raggi X

Ranger 1 fu la prima sonda spaziale statunitense facente parte del Programma Ranger. Il suo obiettivo principale era testare i componenti e le funzioni necessarie per le successive missioni esplorative lunari e spaziali.

La sonda[modifica | modifica wikitesto]

Ranger 1 consisteva in una base esagonale di 1,5 metri di diametro sulla quale era stato montato un cono di 4 metri di altezza in alluminio. Due pannelli solari erano disposti come due "ali" ed erano lunghi ben 5,2 metri, sotto la base esagonale trovò posto l'antenna parabolica ad alto guadagno.
A bordo erano alloggiati diversi strumenti di ricerca come: un telescopio Lyman-alpha, un magnetometro a vapori di rubidio, un analizzatore di elettrostaticità, un rilevatore di particelle, due telescopi a coincidenza tripla, un rilevatore di raggi cosmici, un rilevatore di polvere cosmica e un rilevatore di raggi x.
Il sistema di comunicazione prevedeva, oltre all'antenna ad alto guadagno, anche un'antenna omnidirezionale a guadagno medio e due trasmittenti, uno a 960.1 MHz e l'altro a 960.05 MHz.
L'energia elettrica veniva fornita da 8.680 celle solari sui due pannelli e da una batteria di zinco - argento di 57 kg. La navigazione e il controllo di assetto erano affidati a sensori solari e terrestri. La temperatura era controllata passivamente, con placcature d'oro, allumino lucido e vernice bianca.

La missione[modifica | modifica wikitesto]

La sonda fu lanciata il 23 agosto del 1961 alle 19:12 UTC tramite il razzo vettore Atlas-Agena. Il Ranger 1 fu progettato per essere immesso in un'orbita terrestre di parcheggio, successivamente spostarlo da 60.000 km fino a 1.100.000 km di distanza per testare gli strumenti di bordo e le strategie per una futura missione lunare. Lo stadio Agena B tuttavia non si riaccese e il Ranger 1 non lasciò l'orbita terrestre di parcheggio. Rientrò nell'atmosfera il 30 agosto 1961.
La missione fu un parziale successo, buona parte dei test fu eseguita ma furono raccolti pochi dati scientifici.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]


Programma Ranger
Ranger 1 · Ranger 2 · Ranger 3 · Ranger 4 · Ranger 5 · Ranger 6 · Ranger 7 · Ranger 8 · Ranger 9
Voci correlate: Luna · Esplorazione della Luna · Portale Astronautica · Portale Astronomia
astronautica Portale Astronautica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di astronautica