Range imaging

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Range imaging (in italiano: tecniche di immagini-intervallo) è il nome per un gruppo di tecniche che sono usate per produrre un'immagine 2D che mostra la distanza dei punti in una scena da un punto specifico, normalmente associato a qualche tipo di sensore. L'immagine risultante, l'immagine di range, ha i valori dei pixel che corrispondo alla distanza. Se il sensore che viene usato per produrre l'immagine di range è propriamente calibrato i valori dei pixel possono essere dati direttamente in unità fisiche, come i metri.

Differenti tipologie di fotocamere ad intervallo[modifica | modifica wikitesto]

Triangolazione stereo[modifica | modifica wikitesto]

Foglio di triangolazione leggera[modifica | modifica wikitesto]

Luce strutturata[modifica | modifica wikitesto]

Tempo di volo[modifica | modifica wikitesto]

Interferometria[modifica | modifica wikitesto]

Apertura codificata[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Bernd Jähne, Practical Handbook on Image Processing for Scientific Applications, CRC Press, 1997, ISBN 0-8493-8906-2.
  • Linda G. Shapiro and George C. Stockman, Computer Vision, Prentice Hall, 2001, ISBN 0-13-030796-3.
  • David A. Forsyth and Jean Ponce, Computer Vision, A Modern Approach, Prentice Hall, 2003, ISBN 0-12-379777-2.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]