Ramsar

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando la convenzione internazionale sulle aree umide, vedi Convenzione di Ramsar.
Ramsar
città
رامسر
Ramsar – Veduta
Localizzazione
StatoIran Iran
ProvinciaMazandaran
ShahrestānRamsar
Circoscrizione
Territorio
Coordinate36°55′N 50°40′E / 36.916667°N 50.666667°E36.916667; 50.666667 (Ramsar)Coordinate: 36°55′N 50°40′E / 36.916667°N 50.666667°E36.916667; 50.666667 (Ramsar)
Superficie686 km²
Abitanti31 659[1] (2006)
Densità46,15 ab./km²
Altre informazioni
Fuso orarioUTC+3:30
Cartografia
Mappa di localizzazione: Iran
Ramsar
Ramsar
Sito istituzionale

Ramsar (in persiano رامسر‎) è una città iraniana della provincia di Mazandaran, sul mar Caspio, capoluogo dello shahrestān di Ramsar. Nel 1971 fu sede di un'importante conferenza internazionale durante la quale, il giorno 2 febbraio, venne approvata la Convenzione internazionale relativa alle zone umide di importanza internazionale, soprattutto come habitat degli uccelli acquatici, meglio nota come Convenzione di Ramsar.

Ubicazione[modifica | modifica wikitesto]

Ramsar è la città più occidentale della provincia di Mazandaran. Confina col mar Caspio a nord, la provincia di Gilan a ovest, con quella di Qazvin a sud, e con la provincia di Tonekabon a est.

Economia[modifica | modifica wikitesto]

Turismo[modifica | modifica wikitesto]

Le mete turistiche più importanti sono le spiagge, la stazione termale, le foreste dei monti Alborz ed il palazzo dell'ultimo Shah.

Radioattività[modifica | modifica wikitesto]

Il palazzo dello Shah a Ramsar.

Svariate zone di questa città hanno fatto registrare le più alte concentrazioni di radioattività naturale del mondo, a causa della presenza di fonti termali radioattive. La radioattività a Ramsar è molto alta nelle 50 terme del luogo. In alcune di queste sorgenti calde si raggiunge il valore di 0,03 mSv/ora (262,8 mSv/anno).

Per dare un'idea, un bagno termale di 33 ore a Ramsar comporta un assorbimento di 1 mSv.

Quella media della località è di 10,2 mSv/anno[2], ossia cinque volte superiore al valore medio della radioattività naturale iraniana (2,04 mSv/anno)[3] e più di quattro rispetto a quella media mondiale (2,4 mSv/anno).

Un completo studio scientifico iraniano ha esaminato l'esposizione degli abitanti di Ramsar. Sono state individuate alcune aree della città, definite a radiazione di fondo molto alta (ELNRA), aventi un valore di radioattività che va da 0,6 a 131 mSv/anno con una media di 6 mSv/anno. Rispetto alle zone dell'Iran a basso valore di radiazione di fondo (LLNRA), che hanno radioattività pari a 0,6-1,5 mSv/anno con una media di 0,7 mSv/anno[4], si ha dunque che il valore potenziale medio della dose di radioattività cui la gente è esposta nelle aree ELNRA è 8,5 volte più alta che non la popolazione che vive nelle zone LLNRA.

A Talesh Mahalleh alcune case hanno un'altissima concentrazione di gas radon per cui chi vi risiede ininterrottamente per un anno riceve un dose di 132 mSv, pari a quasi 189 volte le radiazioni rispetto agli abitanti iraniani delle zone LLNRA e a 55 volte l'esposizione rispetto al valore medio mondiale di radioattività naturale[2].

In un numero limitato di casi l'esposizione arriva a 200 volte (140 mSv/anno) quella delle persone che risiedono nelle zone LLNRA.

La dose di 140 mSv è più alta della dose limite (100 mSv) raccomandata dall'International Commission on Radiation Protection (ICRP) per i lavoratori in centrali nucleari o in reparti di radiologia e medicina nucleare.

Secondo uno studio scientifico iraniano sulla località di Ramsar, i suoi abitanti sono risultati aventi un significativo incremento di CD69, espressione di cellule stimolate TCD4+ (P < 0,004), un significativo incremento di siero totale IgE (P < 0,05) e una più alta incidenza di aberrazioni cromosomiche stabili e instabili[3].

Molta parte della radiazione dell'area è dovuta a radio-226 disciolto nell'acqua delle fonti termali insieme a piccole quantità di uranio e torio provenienti da depositi di travertino. Ci sono più di nove fonti termali nell'area con diverse concentrazioni di radioisotopi, e queste sono usati come terme dai residenti e dai turisti.[2] Questi alti livelli di radiazione non sembrano avere effetti negativi sulla salute dei residenti dell'area e anzi possibilmente li hanno resi leggermente più resistenti alle radiazioni, che è stato definito "paradosso da radiazione". È stato affermato che i residenti hanno una vita più salutare e lunga.[5] Sulla base di queste osservazioni e altre evidenze, incluso il fatto che la vita è originata in ambienti molto più radioattivi, alcuni scienziati hanno messo in questione la validità del modello linear no-threshold (lineare senza soglia), di danno radioattivo, da cui dipendono gli attuali regolamenti di controllo degli effetti della radiazione.[2] Altri scienziati puntano sul fatto che certi livelli moderati di radiazione possono in realtà essere benefici alla salute e avere un effetto positivo sulla popolazione, basandosi sul modello dell'ormesi da radiazione, secondo cui si innescherebbe il sistema di riparazione del DNA, interno a ogni cellula.[6][7] A causa del consumo di acqua radioattiva intorno a Ramsar, i prodotti agricoli, come altre sostanze di origine biologica e gli umani sono leggermente radioattivi.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Il dato proviene dal sito World Gazetteer, che non esiste più e non è stata trovata una copia disponibile
  2. ^ a b c d e Natural Radiation: High Background Radiation Areas (HBRAs) of Ramsar, Iran
  3. ^ a b Long-term immune and cytogenetic effects ... [J Environ Radioact. 2004] - PubMed - NCBI
  4. ^ http://books.google.it/books?id=VzgOHWZvJXMC&pg=PA15[collegamento interrotto]
  5. ^ Of Stones and Health: Medical Geology in Sri Lanka, su sciencemag.org.
  6. ^ Positive Effects of Nuclear Radiation: Explained, su environmentalgraffiti.com (archiviato dall'url originale il 19 febbraio 2012).
  7. ^ Radiation May Have Positive Effects On Health: Study, su sciencedaily.com.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN234760427 · GND (DE4408891-7
Iran Portale Iran: accedi alle voci di Wikipedia che parlano dell'Iran