Raimondo Jaffei

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Raimondo Jaffei
vescovo della Chiesa cattolica
BishopCoA PioM.svg
Incarichi ricoperti Vescovo di Forlì dal 1895 al 1932
Nato 31 ottobre 1847
Deceduto 22 agosto 1932

Raimondo Jaffei (Bagnaia, 31 ottobre 1847Forlì, 22 agosto 1932) è stato un vescovo cattolico italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Di ceto benestante, nacque a Bagnaia di Viterbo, ma studiò nel seminario di Fermo, città di origine della famiglia.

Fu ordinato presbitero il 21 settembre 1872.

Il 18 marzo 1895 fu eletto vescovo di Forlì, diocesi che governò per quasi 44 anni, fino alla morte.

Appena eletto, nello stesso 1895, pronunciò l'elogio funebre del cardinale Amilcare Malagola, arcivescovo di Fermo.

Come amministratore della Diocesi di Modigliana, nel 1908 pose la prima pietra dell'attuale Santuario dell'Eremo di Montepaolo.

Fu in stretti rapporti con Guido Maria Conforti, arcivescovo di Ravenna e fondatore della Pia Società di San Francesco Saverio per le Missioni Estere: il 12 ottobre 1932 i Saveriani entrano nella loro casa di San Pietro in Vincoli (diocesi di Forlì)[1].

Con il cardinale Domenico Svampa consacrò vescovo Vincenzo Scozzoli.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Raimondo Jaffei, Elogio funebre del sig. cardinale Amilcare Malagola, arcivescovo e principe di Fermo..., Fermo 1895.
  • Raimondo Jaffei, Epistola pastoralis ad clerum et populum dioecesis foroliviensis, Mucci, Fermo 1896.
  • Raimondo Jaffei, Lettera pastorale al clero ed al popolo delle diocesi di Forlì e Modigliana per la Quaresima del 1908, Stab. Tip. Artigianelli Montanari, Forlì 1908.
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie