Raimondino Lupi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Raimondino Lupi
Coa fam ITA lupi.jpg
Stemma dei Lupi
Nascita1310 circa
Morte30 novembre 1379
Religionecattolica
Dati militari
Paese servitoImpero
Carraresi
Firenze
Forza armataMercenari
Specialitàcavalleria
voci di militari presenti su Wikipedia

Raimondino Lupi (1310 circa – 30 novembre 1379) è stato un condottiero italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Era figlio di Rolandino Lupi e di una certa Matilde.

Si schierò nella battaglia di San Felice del 25 novembre 1332 con gli imperiali di Carlo IV che lo creò cavaliere e gli restituì terre e castelli del parmense sottrattigli dai Visconti. Nel 1338 combatté contro gli scaligeri a fianco dei Carraresi nel vicentino. Nel 1350 si mise al servizio dei fiorentini combattendo nell'aretino. Ricevette la nomina di vicario imperiale a Lucca e a Pisa. Soggiornò per alcuni anni a Mantova e quindi i Carraresi gli concessero la cittadinanza padovana nel 1376.

Il marchese Raimondino fece costruire, presumibilmente verso il 1377, a Padova, dove si era stabilito, l'Oratorio di San Giorgio, destinato a mausoleo della famiglia. Al suo interno è presente il ciclo pittorico, commissionato dopo la morte di Raimondino Lupi, ad Altichiero da Zevio, che aveva già lavorato per i Lupi, nella Cappella di San Giacomo all'interno della basilica del Santo.

Padova, Oratorio di San Giorgio, arca di Raimondino Lupi

Morì a Padova nel 1379 e sepolto nell'arca dell'Oratorio di San Giorgio, visibile ancora oggi.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Altichiero tra la Basilica del Santo e l'Oratorio di San Giorgio., su discoverpadova.com. URL consultato il 9 gennaio 2015 (archiviato dall'url originale il 9 gennaio 2015).

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Pompeo Litta, Famiglie celebri d'Italia. Lupi Marchesi di Soragna, Torino, 1835, ISBN non esistente.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]