Ragnarok (serie televisiva)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Ragnarok
PaeseDanimarca, Norvegia
Anno2020 – in produzione
Formatoserie TV
Generefantastico, drammatico
Stagioni2
Episodi12
Durata40-55 minuti
Lingua originalenorvegese
Rapporto2.00:1
Crediti
IdeatoreAdam Price
Interpreti e personaggi
Doppiatori e personaggi
Produttore esecutivoAdam Price, Meta Louise Foldager Sørensen
Casa di produzioneSAM Productions
Prima visione
Distribuzione originale
Dal31 gennaio 2020
Alin corso
DistributoreNetflix
Distribuzione in italiano
Dal31 gennaio 2020
Alin corso
DistributoreNetflix

Ragnarok è una serie televisiva danese-norvegese ideata da Adam Price, prodotta da SAM Productions e distribuita dal 31 gennaio 2020 sulla piattaforma di streaming Netflix.

Il 4 marzo 2020 la serie viene rinnovata per una seconda stagione[1], che è approdata sulla piattaforma di streaming il 27 maggio 2021.[2]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Dopo tanti anni vissuti altrove, Turid e i suoi due figli Magne, il maggiore, e Laurits, il minore, in seguito alla morte del marito e padre tornano a Edda, cittadina norvegese (immaginaria) il cui nome si rifà all'Edda e famosa per essere l'ultima parte della Norvegia ad aver abbandonato l'antico culto degli dei norreni (Ásatrú) in favore del Cristianesimo.

Il posto è probabilmente una delle aree più inquinate della Norvegia, a causa dell'attività delle Jutul Industries, una multinazionale molto potente e presso la quale ha trovato lavoro anche Turid, la madre del protagonista Magne. Egli, molto schivo e introverso con problemi di dislessia, grazie all'intervento di una strana vecchia (una Vǫlva), comincia a subire una strana mutazione che lo rende via via più forte, invulnerabile, invincibile e capace di gesta sovrumane.

Col tempo capisce di aver risvegliato in sé i poteri del dio Thor e impara a farne uso per fronteggiare l'insidiosa minaccia dei giganti, nemici che si celano dietro a un'apparente famiglia perfetta, responsabili della distruzione dell'ecosistema e organizzatori del Ragnarǫk, la fine del mondo.

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Episodi Prima TV Originale Prima TV Italia
Prima stagione 6 2020 2020
Seconda stagione 6 2021 2021

Personaggi e interpreti[modifica | modifica wikitesto]

Personaggi principali[modifica | modifica wikitesto]

  • Magne Seier (stagioni 1-in corso), interpretato da David Stakston, doppiato da Stefano Broccoletti.
    Il protagonista principale, schivo, impacciato, ma fervente protettore della giustizia. Ritornato dopo tanti anni nella sua città natale, Edda, scopre di essere la reincarnazione del dio nordico Thor.
  • Laurits Seier (stagioni 1-in corso), interpretato da Jonas Strand Gravli, doppiato da Jacopo Castagna.
    Fratello minore del protagonista. Cinico, egoista e molto spesso malevolo, è, come si viene a scoprire tra la prima e la seconda stagione, la reincarnazione del dio trickster Loki. Per un certo periodo di tempo è stato interessato, non ricambiato, a Fjor.
  • Vidar Jutul (stagioni 1-2), interpretato da Gísli Örn Garðarsson, doppiato da Francesco Prando.
    Padrone delle Jutul Industries, marito di Ran e padre di Fjor e Saxa. Dal temperamento difficile e crudele, è in grado di influenzare l'opinione pubblica e le autorità, in modo da evitare problemi alla sua ditta. Come il resto della sua famiglia, nasconde il segreto di essere un gigante.
  • Ran Jutul (stagioni 1-in corso), interpretata da Synnøve Macody Lund, doppiata da Claudia Catani.
    Moglie di Vidar, madre di Saxa e Fjor, nonché preside della scuola alla quale si iscrivono Magne e Laurits, al rientro ad Edda. Autoritaria e solo all'apparenza gentile e disponibile, non solo è in grado di influenzare l'opinione pubblica e le autorità, in modo da evitare problemi alla Jutul Industries, ma nasconde il segreto di essere un gigante.
  • Fjor Jutul (stagioni 1-in corso), interpretato da Herman Tømmeraas, doppiato da Alessandro Campaiola.
    Figlio di Vidar Jutul, padrone delle Jutul Industries, e di Ran, nonché fratello di Saxa. Arrogante ed egocentrico, ma voglioso di imparare qualcosa di più sull'altruismo, è attratto sentimentalmente da Gry. Come il resto della sua famiglia, nasconde il segreto di essere un gigante.
  • Saxa Jutul (stagioni 1-in corso), interpretata da Theresa Frostad Eggesbø, doppiata da Veronica Puccio.
    Figlia di Vidar Jutul, padrone delle Jutul Industries, e di Ran, nonché sorella di Fjor. Vanitosa e altezzosa, è ammirata in tutta la scuola per la sua avvenenza. Come il resto della sua famiglia, nasconde il segreto di essere un gigante. è la reincarnazione della gigantessa Járnsaxa.
  • Turid Seier (stagioni 1-in corso), interpretata da Henriette Steenstrup, doppiata da Emanuela Baroni.
    Madre vedova di Magne e Laurits. Un tempo interesse amoroso di Vidar, dopo il ritorno ad Edda inizia a lavorare all'interno delle Jutul Industries. Si barcamena nella gestione della casa e delle vite dei suoi due turbolenti figli, tra momenti di depressione e indigenza economica.

Personaggi secondari[modifica | modifica wikitesto]

  • Wenche (stagioni 1-2), interpretata da Eli Anne Linnestad, doppiata da Stefania Romagnoli.
    Anziana padrona del supermercato di Edda, è la prima persona che si interfaccia con Magne e Iman e la fautrice del risveglio dei loro rispettivi poteri. È una Vǫlva al servizio degli dei di Ásgarðr.
  • Isolde Eidsvoll (stagioni 1-2), interpretata da Ylva Bjørkaas Thedin.
    Prima persona con cui Magne instaura un rapporto d'amicizia, all'arrivo a Edda. Convinta ambientalista, è isolata dal resto della classe e sostiene da tempo che il grave inquinamento di Edda sia causato dalle Jutul Industries, contro le quali cerca di raccogliere più prove possibili. La sua lotta sarà la molla utile per Magne per capire cosa fare con i suoi poteri.
  • Gry Isungset (stagioni 1-2), interpretata da Emma Bones, doppiata da Sara Labidi.
    Compagna di classe di Magne e Laurits. Gentile e disponibile, sebbene inizialmente turbata dalle stranezze di Magne sembra nutrire un interesse iniziale nei suoi confronti, ricambiata, per preferire invece definitivamente l'aitante Fjor Jutul.
  • Iman Reza (stagioni 1-in corso), interpretata da Danu Suntharasigamany, doppiata da Virginia Brunetti.
    Compagna di classe di Magne e Laurits originaria dello Sri Lanka, giunta poco dopo di loro in città. È la reincarnazione della dea Freia.
  • Wotan Wagner (stagioni 1-in corso), interpretato da Bjørn Sundquist, doppiato da Ambrogio Colombo.
    Anziano paraplegico di poche parole, ma ogniqualvolta proferisce qualche frase, lascia sempre basiti Magne e gli altri che lo ascoltano. È la reincarnazione di Odino, padre di Thor e re degli dei di Ásgarðr.
  • Erik Eidsvoll (stagioni 1-in corso), interpretato da Odd-Magnus Williamson.
    Professore di Magne e Laurits nella scuola di Edda, è padre di Isolde. In maniera altalenante cercherà di aiutare il protagonista nelle sue indagini.
  • Oscar Bjørnholt (stagioni 1-in corso), interpretato da Tani Dibasey, doppiato da Gabriele Patriarca.
    Inizialmente amico di Fjor e Saxa e loro compagno di scuola, si dedica poi alla causa ambientalista per protestare contro i danni causati dalle Jutul Industries.
  • Yngvild Bjørnholt (stagioni 1-in corso), interpretata da Iselin Shumba Skjævesland, doppiata da Stella Musy.
    Capo della polizia di Edda e madre di Oscar.
  • Signy (stagioni 2-in corso), interpretata da Billie Barker.
    Amico e compagno nella scuola di Edda, si dedica alla causa ambientalista per protestare contro i danni causati dalle Jutul Industries. Prova un interesse sentimentale verso Magne.
  • Harry (stagioni 2-in corso), interpretato da Benjamin Helstad, doppiato da Alessio Nissolino.
    Meccanico che si unisce alla squadra di Magne grazie all'aiuto di Iman. È la reincarnazione del dio Týr.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Riprese[modifica | modifica wikitesto]

Le riprese sono iniziate a marzo 2019 ad Odda, nella contea di Vestland, in Norvegia[3].

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Wired ha definito Ragnarok come "un'angosciante ed eccentrica serie TV sui cambiamenti climatici", paragonandola a Twilight. Il medesimo paragone è stato fatto da A.V. Club[4], mentre Everyeye sostiene che la serie danese-norvegese sia un perfetto mix in salsa nord-europea tra la saga di Percy Jackson e Élite[5].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Netflix Nordic on Instagram: "you can all stop asking now. season 2 is happening⚡️", su instagram.com, 4 marzo 2020. URL consultato il 5 marzo 2020.
  2. ^ (FR) L’ambiance est électrique., su twitter.com, 21 aprile 2021. URL consultato il 30 aprile 2021.
  3. ^ (EN) Ragnarok Netflix location: Where is Ragnarok filmed? Where’s it set?, su express.co.uk. URL consultato il 3 febbraio 2020.
  4. ^ (EN) Netflix’s Ragnarok doesn’t give Marvel anything to worry about, su tv.avclub.com. URL consultato il 3 febbraio 2020.
  5. ^ Ragnarok: prime impressioni sulla serie danese di Netflix, su serial.everyeye.it. URL consultato il 3 febbraio 2020.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]