Birra Raffo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Raffo (birra))
Birra Raffo
Birra Raffo Logo.jpg
Categoria Birra
Tipo lager
Marca Birra Peroni (azienda)
Anno di creazione 1919
Nazione Italia Italia
Classificazione commerciale Economica Standard Premium Superpremium
Colore Giallo oro
Gradazione alcolica 4.7% vol.
Tipo di fermentazione A bassa temperatura
Gusto Secco, pieno, moderatamente amaro
Temperatura di servizio 9° - 10°
Sito Birra Raffo
« Nu' sime tarandìne, c'u côre ross'e blu
bevìme 'a birra Raffo e nnijnde cchiù. »
(Pacefatta - Assìm pàcce p'l' chiangarèdde - Disco, 1997)

La Raffo è una birra lager italiana prodotta dal 1919 al 1987 nella birreria omonima di Taranto. Nel 1961 il marchio è stato ceduto al gruppo Peroni che, a sua volta, appartiene all'azienda sudafricana SABMiller. La Peroni è stata venduta nel 2016 al gruppo giapponese Asahi.

La birra Raffo è per antonomasia "la birra dei tarantini".

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Manifesto pubblicitario in dialetto tarantino

La sua storia cominciò nel 1919, quando Vitantonio Raffo inaugurò lo stabilimento di produzione a Taranto.[1] La gestione familiare si protrasse fino al 1961, quando il marchio fu ceduto al gruppo Peroni, che ne conservò anche la ricetta, lo stabilimento e le maestranze. Negli anni settanta ne furono prodotti circa 48.000 ettolitri, grazie alla sua diffusione anche in Basilicata, Lazio e Campania oltre che in Puglia, regione che annovera da sempre il maggior numero di estimatori.
Nel 1987 il gruppo Peroni decise di chiudere lo stabilimento di Taranto e di trasferire la produzione a Bari, ponendo fine ad un importante capitolo di storia industriale della città, ma nonostante ciò continua ad essere la birra di Taranto e la più bevuta della città dei due mari.

Nel 2008, in seguito al risultato del sondaggio "Sono Tarantino, quindi decido IO", organizzato dal Gruppo Peroni, venne deciso un rinnovamento grafico dell'etichetta della birra, che ora prevede come novità la presenza del logo di Taras, simbolo della città di Taranto, al di sotto della scritta "Raffo" e l'introduzione dei colori rosso e blu che dividono l'etichetta creando un effetto sole e mare.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Storia, birraraffo.it. URL consultato il 6 marzo 2015.
  2. ^ Università, è una birra lo sponsor delle facoltà di Bari distaccate a Taranto: protesta degli studenti, in Repubblica.it, 10 aprile 2017. URL consultato il 12 aprile 2017.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Alcolici Portale Alcolici: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di alcolici