Raffaello Vernacchia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Raffaello Vernacchia
Raffaello Vernacchia.jpg
Vernacchia al Torino nel 1973
Nazionalità Italia Italia
Altezza 170 cm
Peso 69 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex centrocampista)
Ritirato 1987 - giocatore
1990 - allenatore
Carriera
Giovanili
1969-1970 Fiorentina
Squadre di club1
1970-1972 Empoli 72 (10)
1972-1973 Atalanta 27 (1)
1973-1974 Torino 6 (0)
1974-1976 Atalanta 54 (11)
1976-1977 Cesena 10 (0)
1977-1978 Livorno 22 (1)
1978-1982 Modena 109 (7)
1982-1983 Ternana 24 (0)
1983-1984 Giulianova 29 (1)
1984-1986 Montevarchi 24 (1)
1986-1987 non conosciuta Sant'Agata Bolognese ? (?)
Nazionale
1973 Italia Italia U-23 2 (0)
Carriera da allenatore
1989-1990Sassuolo[1]
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Raffaello Vernacchia (Roma, 22 novembre 1951) è un ex allenatore di calcio ed ex calciatore italiano, di ruolo centrocampista.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Romano di Castel Gandolfo, Vernacchia emigrò a Firenze all'età di 10 anni. Iniziò nella Fiorentina a dare i primi calci al pallone.

In seguito la società viola lo diede in prestito all'Empoli, cedendolo poi a titolo definitivo alla società biancoazzurra per avere in cambio Moreno Roggi.

Vernacchia al Modena nella stagione 1981-1982

L'Empoli a sua volta lo cedette all'Atalanta per 90 milioni di lire.[senza fonte] In maglia nerazzurra fece il suo esordio in Serie A nel 1972-1973. Nello stesso anno arriva anche il debutto in Nazionale nella Rappresentativa Under-23.

Passato al Torino nel 1973-1974 per 350 milioni di lire,[senza fonte] fu chiuso da Rosario Rampanti e Claudio Sala, collezionando 6 presenze.

L'anno successivo tornò a Bergamo in Serie B rimanendovi per due anni fino al trasferimento al Cesena, un'esperienza di breve durata perché dopo solo una stagione, in occasione del mercato di riparazione di ottobre, venne ceduto al Livorno dando il definitivo addio alla Serie A.

In seguito collezionò esperienze con Modena, Ternana, Giulianova e Montevarchi, prima di concludere la carriera nella categoria Promozione a Sant'Agata Bolognese.

Ha complessivamente disputato 43 incontri in massima serie, realizzando una rete nel pareggio interno dell'Atalanta contro la Lazio nella stagione 1972-1973, e 54 incontri con 11 reti all'attivo in Serie B.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Modena: 1979-1980 (girone B)

Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Modena: 1981, 1982

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Almanacco Illustrato del Calcio 1990, Modena, Panini, p. 363.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Elio Corbani, Pietro Serina, Cent'anni di Atalanta, vol. 2, Bergamo, SESAAB, 2007, ISBN 978-88-903088-0-2.
  • L'Intrepido, annata 1973

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]