Rafael Moura

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Rafael Moura
Rafael moura inter gabriel heusi.jpg
Nazionalità Brasile Brasile
Altezza 189 cm
Peso 85 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Attaccante
Squadra América-MG
Carriera
Giovanili
-2002Atlético Mineiro
Squadre di club1
2003Atlético Mineiro1 (0)
2004Vitória4 (1)
2005Paysandu14 (7)
2006Corinthians29 (7)
2007Fluminense4 (0)
2007-2008Lorient2 (0)
2008Locarno0 (0)
2008-2009Atl. Paranaense27 (9)
2010Goiás41 (23)
2011-2012Fluminense28 (11)[1]
2012-2016Internacional77 (14)
2016-Atlético Mineiro0 (0)
2016-2017Figueirense29 (8)
2018-América-MG
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 4 aprile 2016

Rafael Martiniano de Miranda Moura, noto semplicemente come Rafael Moura[2] (Belo Horizonte, 23 maggio 1983), è un calciatore brasiliano, attaccante dell'Atlético Mineiro.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

È soprannominato He-Man, per la sua somiglianza con l'omonimo personaggio dei cartoni animati. Il soprannome è stato coniato dalla tifoseria del Corinthians.[3]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Gli inizi e l'esordio nella massima divisione[modifica | modifica wikitesto]

Si avvia al calcio professionistico aggregandosi, nel 1991, ai pulcini del Cruzeiro. Nel 1992 si trasferisce all'Atlético Mineiro, dove inizia la trafila del settore giovanile. Nel 1999, a 16 anni, firma il suo primo contratto professionistico con il Vila Nova. Tre anni più tardi torna all'Atletico Mineiro, con cui vince svariati titoli a livello giovanile[4] ed esordisce in prima squadra nel 2004, contro il Vitória, che nello stesso anno lo ingaggia come riserva di Edílson e Obina.

Paysandu[modifica | modifica wikitesto]

Nell'estate del 2005 viene ingaggiato dal Paysandu, neo-campione del Campionato Paranaense.[5] Esordisce con la nuova compagine il 24 settembre in casa del San Paolo[6], entrando a partita in corso.[7] Il primo gol in maglia biancoceleste arriva invece l'11 ottobre, nel match casalingo vinto per 2-1 contro il Coritiba, partendo anche qui dalla panchina.[8]
Nelle partite successive si ritaglia uno spazio come titolare: chiuderà la stagione con 14 presenze e 7 reti, che però non basteranno ad evitare alla squadra la retrocessione in Série B.[9]

Corinthians[modifica | modifica wikitesto]

Le sue prestazioni con il Paysandu destano l'attenzione del Corinthians, che decide di ingaggiarlo per il campionato seguente.[10] In casa bianconera è inizialmente chiuso da compagni del calibro di Tevez e Nilmar, ma riesce a guadagnarsi la fiducia del tecnico Antônio Lopes grazie ad alcune prestazioni positive, a partire da quella sfoderata nel 5-1 casalingo (valevole per la 2^a giornata del Campionato Paulista 2006) contro la Portuguesa Santista: in tale occasione, chiamato a non far rimpiangere l'assenza di Tevez, gioca dal primo minuto e segna la rete dell'1-0, colpendo anche una traversa.[11]

Conclude la stagione con 7 gol in 29 presenze nel Brasileirão e 8 gol[12] in 14 presenze[13][14] nel Campionato Paulista.

Fluminense e Lorient[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2007 si trasferisce al Fluminense: nello stesso anno, con i tricolores, vince la Copa do Brasil.[15]

Ad agosto viene ceduto al Lorient con la formula del prestito annuale con diritto di riscatto.[16] In Francia il calciatore non brilla: già a novembre, il presidente Alain Le Roch annuncia che Moura non sarà riscattato, definendo l'ingaggio del brasiliano un «vero e proprio errore».[17]

Atlético Paranaense[modifica | modifica wikitesto]

Nell'estate del 2008 passa a titolo definitivo all'Atlético Paranaense, con cui firma un contratto di 4 anni.[18]
Il Campeonato Brasileiro del 2008 vede l'attaccante contribuire alla salvezza della squadra con 7 reti.[19]
Nel 2009 l'Atlético vince il Campionato Paranaense: con i suoi 14 gol, Moura si laurea capocannoniere e craque del torneo.[20]
Successivamente, viene messo fuori rosa insieme ad altri quattro compagni di squadra «per questioni riguardanti il rapporto con il resto della squadra».[21]

Goiás[modifica | modifica wikitesto]

All'inizio del 2010 viene ingaggiato dal Goiás, con cui raggiunge lo storico traguardo della finale di Copa Sudamericana (persa ai calci di rigore contro l'Independiente[22]), ottenendo il titolo di capocannoniere della competizione con 9 reti.[23]

Fluminense[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2011 torna alla Fluminense, dove segna 11 gol in 25 partite attirando su di sé l'attenzione del Milan.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 53 (22) se si comprendono le partite giocate nel Campionato Carioca.
  2. ^ http://201.7.184.25/jogadores/rafael-moura[collegamento interrotto]
  3. ^ Furacao.com - Noticias - Site 100% não-oficial
  4. ^ Copia archiviata, su rafaelmiranda.com. URL consultato il 5 gennaio 2011 (archiviato dall'url originale il 23 ottobre 2009).
  5. ^ Pará State League 2005
  6. ^ http://201.7.184.25/jogadores/rafael-moura/jogos/pagina/1/ordem/11[collegamento interrotto]
  7. ^ São Paulo 4 x 1 Paysandu, 24/09/2005 - | futpedia.globo.com
  8. ^ http://201.7.184.25/campeonatos/campeonato-brasileiro/2005/10/11/paysandu-2-x-1-coritiba[collegamento interrotto]
  9. ^ Atlético-PR vence e rebaixa Paysandu para Série B - 27/11/2005 - UOL Esporte - Futebol
  10. ^ Rafael Moura brilha e dá vitória ao Corinthians - 19/01/2006 - UOL Esporte - Futebol
  11. ^ (PT) Corinthians espanta crise e goleia a Portuguesa Santista UOL Esporte
  12. ^ UOL Esporte - Futebol
  13. ^ Folha Online - Especial - 2006 - Campeonato Paulista
  14. ^ UOL Esporte - Futebol
  15. ^ Fluminense é o campeão da Copa do Brasil - O Globo
  16. ^ Lorient : Rafael Moura va signer - - Football365
  17. ^ « Moura va partir » - LORIENT / ALAIN LE ROCH : - Mercato365
  18. ^ FOOTBALLpress.net news: OFFICIAL, Atletico Paranense engage Rafael Moura[collegamento interrotto]
  19. ^ http://201.7.184.25/jogadores/rafael-moura/atletico-pr/gols-feitos[collegamento interrotto]
  20. ^ Rafael Moura é eleito o craque do Paranaense - O Globo
  21. ^ Afastado no Atlético, quinteto nega panelinha - Esportes - Gazeta do Povo
  22. ^ Independiente é campeão da Sul-Americana - Goal.com
  23. ^ Rafael Moura é o maior artilheiro brasileiro da Sul-Americana - Goal.com