Rafał Leszczyński (1650-1703)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Rafał Leszczyński
Conte di Leszno
In carica 1650 - 1703
Predecessore Bogusław Leszczyński
Successore Stanislao Leszczyński
Nascita 1650
Morte Oleśnica, 31 gennaio 1703
Padre Bogusław Leszczyński
Madre Anna Denhoffówna
Consorte Anna Jablonowska

Rafał Leszczyński (1650Oleśnica, 31 gennaio 1703) è stato un nobile e poeta polacco.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio del conte Boguslaw e della contessa Anna Denhoffówna, Rafał trascorse la maggior parte della propria gioventù in Francia ed in altri paesi europei. Tornato in patria, nel 1670, il governatore Przecław Leszczynski gli cedette la contea di Wschowa che, rilevata nel 1671, egli mantenne sino al 1688. Nel 1676 sposò la figlia del governatore russo Stanislaw Jan Jabłonowski, Anna Jabłonowska, divenendo nel contempo podstoli della corona polacca in quello stesso anno, poi dal 1677 divenne stolnik ed infine krajczy dal 1678.

Interessatosi di politica, si dimostrò sempre piuttosto critico verso la soluzione pro-austriaca adottata da Giovanni III Sobieski e sostenne invece la necessità di intrattenere maggiori legami con la Francia. Nel 1683 prese parte comunque all'Assedio di Vienna alla testa di un proprio reggimento di ussari e di un reggimento di fanteria. Al suo ritorno venne nominato governatore (voivoda) di Kalisz, poi di Poznan ed infine di Łęczyca. Per l'elezione del sovrano nel 1697 fu tra coloro che votarono a favore del figlio del defunto re, Janos Sobieski, ma alla fine decise di sostenere l'Elettore di Sassonia, Augusto II il Forte. Con lo scoppio della Grande Guerra del nord nel 1700 guidò i negoziati con il re svedese Carlo XII quando l'esercito di quest'ultimo invase la Polonia. Nel 1702 divenne gran tesoriere della corona polacca.

Fu inoltre scrittore e poeta.

Ascendenza[modifica | modifica wikitesto]

Rafał Leszczyński Padre:
Bogusław Leszczyński
Nonno materno:
Rafał Leszczyński
Bisnonno materno:
Andrzej Leszczyński
Trisnonno materno:
Rafał Leszczyński
Trisnonna materna:
Barbara Wolska Wolski
Bisnonna materna:
Anna Firlejówna
Trisnonno materno:
Andrzej Firlej
Trisnonna materna:
Barbara Srzeńska
Nonna materna:
Anna z Radzimińskich
Bisnonno materno:
Stanisław Radzimiński
Trisnonno materno:
Martin Radzimiński
Trisnonna materna:
Dorotea Łosiówna
Bisnonna materna:
Teodora Sanguszkówna
Trisnonno materno:
Roman Sanguszko
Trisnonna materna:
Aleksandry Chodkiewiczówny
Madre:
Anna Denhoffówna
Nonno materno:
Ernest Dönhoff
Bisnonno materno:
Gerard Dönhoff
Trisnonno materno:
Hermann Dönhoff
Trisnonna materna:
Anne de Joeden
Bisnonna materna:
Marguerite von Zweiffeln
Trisnonno materno:
Gerlach von Zweiffeln
Trisnonna materna:
Marguerite de Nolde
Nonna materna:
Alexandra Koniecpolska
Bisnonno materno:
Alexandre Koniecpolski
Trisnonno materno:
Stanisław Koniecpolski
Trisnonna materna:
Elisabeth Ligęzianka
Bisnonna materna:
Anne Sroczycka
Trisnonno materno:
Stanislas Sroczycki
Trisnonna materna:
Sophie Radecka

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • J. Feldman, Stanisław Leszczyński, Wrocław 1948; rist. Warszawa 1959.
Controllo di autoritàVIAF (EN47818417 · ISNI (EN0000 0001 0969 262X · LCCN (ENn2003045020