Radio Aut

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Radio Aut
Radio Aut.png
Data di lancio 1977
Data di chiusura 1978
Editore gruppo Musica e cultura di Cinisi/Terrasini
Diffusione
Terrestre
Analogico FM, in Italia

Radio Aut è stata una radio libera fondata nel 1977 da Peppino Impastato a Terrasini, in provincia di Palermo. La radio aveva sede a Terrasini (e non a Cinisi come è, in genere, riportato dai media).
La radio era ricevibile sulla frequenza di 98.800 MHz a Terrasini e dintorni[1].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Veniva gestita in regime di autofinanziamento. Peppino Impastato poteva così liberamente utilizzare questo mezzo nel denunciare i potenti mafiosi del paese in cui viveva ed in quello di Terrasini, con coraggio e determinazione, che lo portarono a non essere ben visto dalla popolazione. Questo fino al giorno in cui fu preso ed assassinato soltanto per aver sbeffeggiato colui che non si doveva "toccare".

La trasmissione andava in onda ogni venerdì sera ed assieme ad altri suoi tre colleghi metteva in atto "Onda Pazza a Mafiopoli" riuscendo a farsi ascoltare dalla cittadinanza dei due paesi e inondando di satira "politica" tutti quei personaggi che conosceva personalmente senza risparmiare nessuno speculatore e contando sul fatto che aveva sempre notizie freschissime e riservate pronte per essere messe in onda alla sua maniera.

Il ruolo avuto da Radio Aut nella vicenda Impastato trova una autorevole conferma negli atti della Commissione Parlamentare Antimafia.

La storia di Peppino così come quella della radio da dove proclamava la sua guerra ai mafiosi è stata raccontata nel film di Marco Tullio Giordana intitolato I cento passi vincendo un premio per la migliore sceneggiatura al Festival di Venezia del 2000 con dodici minuti di applausi, un Leoncino d'Oro per Lorenzo Randazzo che interpreta la parte di Peppino bambino e nell'aprile 2001 cinque David di Donatello tra i quali quello per la sceneggiatura e quello per miglior attore protagonista Luigi Lo Cascio.

La radio cessò le trasmissioni qualche mese dopo l'uccisione dello stesso Peppino, assassinato nella notte tra l'8 e il 9 maggio del 1978 (nelle stesse ore veniva rinvenuto in Via Caetani, a Roma, il corpo di Aldo Moro), nel corso della campagna elettorale che lui stesso portava avanti nella lista di Democrazia Proletaria alle elezioni comunali, con una carica di tritolo posta sotto il corpo adagiato sui binari della ferrovia Palermo-Trapani.

Nel maggio del 2001, in accordo con i compagni di Peppino e col fratello Giovanni Impastato, nasce l'Associazione Radio Aut impegnata nella pratica e nella promozione dell'antimafia sociale.

Il 9 maggio 2003 il comune di Terrasini ha dedicato una stele alla radio nell'edificio dove aveva sede[1].

A distanza di oltre 30 anni, il 5 gennaio 2010, ovvero il giorno in cui Peppino Impastato avrebbe compiuto 62 anni, iniziano le trasmissioni di Radio 100 Passi; si tratta di una webradio nata dal solco lasciato da Radio Aut, e le cui trasmissioni sono messe in onda direttamente dalla Casa memoria Peppino Impastato a Cinisi e il cui obiettivo è quello di riprendere il percorso interrotto dalla scomparsa di Peppino.[2][3]

Riproduzione del cartellone di Radio Aut presente nella sede di Terrasini (PA).

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • S. Vitale (a cura di). Radio Aut: materiali di un'esperienza di controinformazione. Edizioni Alegre, 2008. ISBN 978-88-89772-22-5.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Radio Aut
  2. ^ Libera - Radio 100 passi
  3. ^ Mafia: nasce Radio 100 Passi - Cronaca - ANSA.it

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Comunismo Portale Comunismo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di comunismo