Racket

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Racket è un termine della lingua inglese che indica attività criminali finalizzate a controllare determinati settori delle attività economiche e commerciali.

Caratteristiche e tipologia[modifica | modifica wikitesto]

Essa viene generalmente svolta attraverso minacce e intimidazioni varie all'incolumità personale al fine di estorcere denaro o altre utilità, punendo materialmente chi si rifiuta di sottostare alle richieste. Esistono diverse forme di racket: della prostituzione, del gioco d'azzardo, dell'immigrazione clandestina e così via.

La forma più comune, diffusa e conosciuta è quella della "protezione", dove i criminali si fanno pagare per offrire protezione dai crimini commessi da loro stessi. Il relativo giro di affari annuo in Italia è stimato in dieci miliardi di euro, con trecentosessantamila esercizi commerciali coinvolti; al 95% tale forma di racket è gestita dalla criminalità organizzata.[senza fonte] In Italia viene spesso identificata anche come "pizzo Arera".

Cinematografia[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • S. Costantino, A viso aperto: la resistenza antimafiosa di Capo d'Orlando, La Zisa, Palermo 1993
  • T. Grasso, Ladri di vita. Storie di strozzini e disperati, Baldini e Castoldi, Milano 1996
  • T. Grasso, A. Varano, U'Pizzu. L'Italia del racket e dell'usura, Baldini Castoldi Dalai, Milano 2002
  • A. Miceli, Io, il fu Nino Miceli. Storia di una ribellione al pizzo, Edizioni biografiche, 2007
  • A. La Spina (a cura di), I costi dell'illegalità. Mafia ed estorsioni in Sicilia, Il Mulino, 2007
  • SOS Impresa , Relazione annuale 2007
  • G. Sciortino, Mai più soli. Il libro bianco della lotta contro il pizzo, L'Unità/Centro Pio La Torre, 2008

Andrea Camilleri, nelle sue opere, tratta di opere poliziesche relative alla lotta alla mafia, una delle tante organizzazioni di criminalità che svolge tali opere di riscossione del denaro.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]