Raúl Primatesta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Raúl Francisco Primatesta)
Jump to navigation Jump to search
Raúl Francisco Primatesta
cardinale di Santa Romana Chiesa
Raul Francisco Primatesta - Arcivescovo Cordoba (Argentina).jpg
Il cardinale Raúl Francisco Primatesta
Escudo de Raúl Francisco Cardenal Primatesta.png
Parare
 
Incarichi ricoperti
 
Nato14 aprile 1919, Capilla del Señor
Ordinato presbitero25 ottobre 1942 dall'arcivescovo Luigi Traglia (poi cardinale)
Nominato vescovo14 giugno 1957 da papa Pio XII
Consacrato vescovo15 agosto 1957 dall'arcivescovo Antonio José Plaza
Elevato arcivescovo16 febbraio 1965 da papa Paolo VI
Creato cardinale5 marzo 1973 da papa Paolo VI
Deceduto1º maggio 2006, Córdoba
 

Raúl Francisco Primatesta (Capilla del Señor, 14 aprile 1919Córdoba, 1º maggio 2006) è stato un cardinale e arcivescovo cattolico argentino.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nacque a Capilla del Señor (provincia di Buenos Aires) il 14 aprile 1919. Dal 1963 al 1994 fu arcivescovo di Córdoba.

Papa Paolo VI lo elevò al rango di cardinale nel concistoro del 5 marzo 1973.

Partecipò ai due conclavi del 1978 che elessero Giovanni Paolo I e Giovanni Paolo II.

Il 14 aprile 1999, compiendo 80 anni, è divento cardinale non elettore: infatti 6 anni dopo non partecipò al conclave del 2005 che elesse Benedetto XVI.

Il dittatore argentino Videla ha recentemente dichiarato che Primatesta, insieme ad alti e altri ecclesiastici era perfettamente a conoscenza delle torture commesse dalla dittatura militare, dei desaparecidos, ecc; e che la Chiesa fu complice di quanto accaduto, ed ebbe un comportamento omertoso non volendo dare informazioni sui desaparecidos. Ma in assenza di alcuna fonte attendibile al riguardo, tali informazioni devono essere considerate prive di fondamento.[senza fonte]

Morì a Córdoba il 1º maggio 2006 all'età di 87 anni. È sepolto nella cattedrale dell'Assunzione di Maria Vergine a Córdoba.[1]

Genealogia episcopale[modifica | modifica wikitesto]

Successione apostolica[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Raúl Francisco Primatesta, su findagrave.com. URL consultato il 16 marzo 2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN307171636 · LCCN (ENn2014008380