Quinto Clelio Siculo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Quinto Clelio Siculo
Nome originale Quintus Cloelius Siculus
Gens Clelia
Consolato 498 a.C.

Quinto Clelio Siculo[1] (in latino: Quintus Cloelius Siculus; ... – ...) è stato un politico romano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Eletto console nel 498 a.C.[2], fu il primo membro della gens Clelia a raggiungere la massima carica della Repubblica romana. Mentre il console collega condusse le forze romane contro Fidenae, Siculo rimase a Roma per curarne la conduzione politica.[3]

Secondo quanto ci dice Dionigi d'Alicarnasso, Clelio dimostrò al tempo di Tito Larcio Flavo dittatore una notevole abilità nella battaglia contro i Latini (498 a.C.).

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Fasti consulares Successore Consul et lictores.png
Tito Ebuzio Helva
e
Gaio Veturio Gemino
(498 a.C.)
con Tito Larcio Flavo II
Aulo Sempronio Atratino I
e
Marco Minucio Augurino I