Quinta del Buitre

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La Quinta del Buitre (in italiano la Coorte dell'Avvoltoio) è il nome dato ad una generazione di calciatori spagnoli cresciuta nel settore giovanile del Real Madrid che conquistò numerosi successi sportivi tra gli anni 1980 e 1990.

Il nome fa riferimento al soprannome del giocatore più noto e carismatico del gruppo, Emilio Butragueño, el Buitre; gli altri quattro membri erano Miguel Pardeza, Manuel Sanchís Hontiyuelo, Míchel e Martín Vázquez. Tale generazione detiene il record per il maggior numero di partite in casa senza sconfitte in tutto il mondo, con 121 partite, insieme ad altri membri della squadra di quel tempo che raggiunse il suo punto più alto negli ultimi anni del decennio 1980.

A partire dal debutto in prima squadra del primo fino all'esordio di tutti gli altri, hanno conquistato un totale di sedici titoli, due Coppe UEFA, sei campionati spagnoli - di cui cinque consecutivamente - tre Coppe di Spagna, quattro Supercoppe spagnole e una Coppa di Lega spagnola. Successivamente, Sanchís, come unico membro rimasto di quella generazione, ha vinto altri sei titoli tra cui due Coppe dei Campioni, titolo che mancò al gruppo.

Per quanto riguarda i riconoscimenti individuali, due hanno avuto maggior successo, Butragueño che ha conseguito due volte il Trofeo Bravo come miglior giocatore europeo under 21, due terzi posti nella classifica del Pallone d'oro, un secondo posto nella classifica marcatori della Coppa del Mondo FIFA 1986 e un Trofeo Pichichi come capocannoniere nella Primera División, e Míchel che è arrivato terzo nella classifica marcatori della Coppa del Mondo FIFA 1990 come miglior risultato individuale.

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio