Quercia delle Checche

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Quercia delle Checche
Quercia delle Checche.jpg
Ubicazione
StatoItalia Italia
RegioneToscana Toscana
LocalitàPienza
Indirizzolocalità Le Checche
Coordinate43°01′24.96″N 11°43′17.04″E / 43.0236°N 11.7214°E43.0236; 11.7214Coordinate: 43°01′24.96″N 11°43′17.04″E / 43.0236°N 11.7214°E43.0236; 11.7214
Caratteristiche
SpecieQuercus petraea
Data impiantoanno 1760 [1]
Altezza19 m
Perimetro tronco4,9 m
Diametro chioma34 m
Mappa di localizzazione

La Quercia delle Checche è un albero monumentale situato in Val d'Orcia, località Le Checche, nel comune di Pienza in provincia di Siena. Si tratta di un esemplare di rovere (Quercus petraea).[2]
La checca, o cecca, è il nome con la quale in Toscana si indica la gazza.

Il possente albero vanta un'età approssimativa di quasi 300 anni. Esso presenta un'altezza di 19 metri, un tronco dal perimetro di circa 4,90 metri[1] e una chioma di oltre 34 metri di diametro[3].

Nel giugno del 2017 la Quercia delle Checche ha ottenuto il riconoscimento MiBACT: è il primo Monumento Verde d'Italia.[1]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La storia l'ha visto protagonista in diversi momenti, l'ultimo dei quali durante la seconda guerra mondiale quando fu scelto come riparo per le munizioni dei partigiani.

Il 15 agosto del 2014 è stata gravemente ferita da un imperdonabile atto di vandalismo ed ha perduto una possente branca. Il primo agosto del 2017, dopo tre anni di inadempienze e di mancati interventi per dare alla Quercia un assetto più stabile, è crollata la branca orizzontale che guardava verso Bagno Vignoni.

Leggende[modifica | modifica wikitesto]

L'albero è anche conosciuto come Quercia delle Streghe, in base ad una leggenda che racconta come fosse nel passato un luogo d'appuntamento per le streghe in occasione dei sabba.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]