Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Queensrÿche

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Queensrÿche
I Queensryche live al Norway Rock Festival nel 2010
I Queensryche live al Norway Rock Festival nel 2010
Paese d'origine Stati Uniti Stati Uniti
Genere Progressive metal[1]
Heavy metal[1]
Hair metal[2]
Album-oriented rock[1]
Arena rock[1]
Rock progressivo[1]
Hard rock[1]
Periodo di attività 1981 – in attività
Studio 13
Live 5
Raccolte 4
Sito web

I Queensrÿche (pronuncia americana [ˈkwiːnzɹaɪk]) sono un gruppo heavy metal statunitense formatosi a Bellevue, un sobborgo di Seattle, nel 1981. La band ha registrato tredici album in studio ed è ancora oggi in piena attività.

Grazie anche alle loro innumerevoli influenze, in particolare progressive,[1] i Queensrÿche hanno raccolto molto successo, vendendo più di 20 milioni di album nel mondo, più di 6 milioni dei quali nei soli Stati Uniti. Assieme ai Fates Warning sono accreditati come i primi gruppi che abbiamo sviluppato un primo embrione di Progressive metal e influenzato i gruppi successivi del genere.[3][4]

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dai The Mob ai Queensrÿche (primi anni '80)[modifica | modifica wikitesto]

Le origini dei Queensrÿche affondano nei primi anni '80. Il chitarrista Michael Wilton e il batterista Scott Rockenfield erano membri della band Cross+Fire, che suonava cover di popolari gruppi heavy metal come gli Iron Maiden e i Judas Priest. Dopo poco entrarono a far parte della formazione dei Cross+Fire il chitarrista Chris DeGarmo ed il bassista Eddie Jackson, e la banda cambiò nome in The Mob. I The Mob, che non avevano un cantante, reclutarono Geoff Tate per cantare con loro in un rock festival locale. A quel tempo Tate faceva anche parte di un altro gruppo, i Babylon, mentre in precedenza, nel 1979, militava in una coverband chiamata Tyrant assieme al chitarrista Adam Bomb[5]. Dopo lo scioglimento dei Babylon, Tate partecipò ad alcuni spettacoli con i The Mob, ma li lasciò perché non era interessato a cantare l'heavy metal.[6]

Nel 1981 i The Mob misero insieme abbastanza fondi per registrare un demo. Ancora una volta, fu chiesto l'aiuto di Tate. Il gruppo incise quattro pezzi - "Queen of the Reich," "Nightrider", "Blinded" e "The Lady Wore Black". Il gruppo sottopose il proprio demo a varie etichette e fu rifiutato da tutte. Tate era ancora convinto di rimanere nella sua band di allora, i Myth.[6]

Su consiglio del loro nuovo manager, i The Mob cambiarono il loro nome in Queensrÿche (chiaramente ispirato al titolo del primo pezzo del loro demo). Furono la prima band ad aggiungere l'heavy metal umlaut alla lettera Y. Come scherzava tempo dopo Tate: "L'umlaut sulla 'y' ci ha ossessionato per anni. Abbiamo speso undici anni nel tentare di spiegare la sua pronuncia".[7]

Il demo stava largamente circolando e ricevette una calorosa recensione sul Kerrang! Magazine. Sulla scia della crescente attenzione che li circondava, i Queensrÿche pubblicarono nel 1983 il loro EP Queen of the Reich, per la propria etichetta 206 Records. Visto il successo dell'EP, Tate accettò di lasciare i Myth e divenne il cantante dei Queensrÿche.[6] Nello stesso anno, la band firmo per la EMI e ripubblicò Queen of the Reich come Queensrÿche con un discreto successo, raggiungendo la posizione numero 81 nella classifica di Billboard.

The Warning e Rage for Order (1984-1987)[modifica | modifica wikitesto]

Dopo il tour dell'EP, i Queensrÿche si recarono a Londra per registrare il loro primo album. La band lavorò col produttore James Guthrie, che aveva collaborato con Pink Floyd e Judas Priest. Pubblicato nel settembre 1984, The Warning conteneva maggiori elementi progressive che il disco di debutto. Raggiunse la posizione numero 61 nella classifica degli album di Billboard, un discreto successo commerciale. Mentre nessuno dei singoli tratti da The Warning entrò in classifica in patria, all'estero "Take Hold of the Flame" fu un successo, in particolare in Giappone).[8]

Rage for Order, pubblicato nel 1986, introdusse un look ed un suono più pulito per i Queensrÿche. Nell'album le tastiere erano rilevanti quanto le chitarre, e il gruppo adattò look e sonorità vicine all'hair metal[2][9][10][11].

Operation: Mindcrime ed Empire: il successo (1988-1996)[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1988, i Queensrÿche pubblicarono Operation: mindcrime, un concept album narrativo che si dimostrò un enorme successo di critica e di pubblico. La storia dell'album ruotava attorno a un tossicodipendente che viene drogato per commettere degli omicidi per conto di un movimento clandestino; il tossico ("Nikki") è lacerato tra la sua malriposta lealtà alla causa e il suo amore per una prostituta redenta che si è fatta suora ("Mary") che incontra sulla sua strada. "Mindcrime" è stato spesso menzionato dalla critica a fianco di altri notevoli concept album come The Wall dei Pink Floyd, Tommy degli Who o The Lamb Lies Down on Broadway dei Genesis. La band rimase in tour per gran parte del 1988 e del 1989 suonando con diversi gruppi, tra cui i Metallica.

L'uscita di Empire (1990) portò i Queensrÿche all'apice della loro popolarità commerciale. Negli Stati Uniti l'album vendette oltre 3 milioni di copie, più di tutti i loro quattro precedenti album messi insieme. Vinse 3 dischi di platino, grazie anche alla power ballad "Silent Lucidity" che raggiunse la 1ª posizione nelle Mainstream Rock Songs e la 9° nella Billboard Hot 100. Mentre la band conservò l'attenzione ai problemi sociali (toccando argomenti come la politica sulle armi e l'ambiente), gli arrangiamenti di Empire erano più diretti di qualsiasi cosa avessero pubblicato prima.

Il successivo tour "Building Empires" fu il primo da headliner per i Queensrÿche. Il gruppo ne approfittò per eseguire Operation: Mindcrime nella sua interezza, insieme ad alcune canzoni tratte da Empire. Il tour durò 18 mesi e fu il più lungo che la band abbia mai fatto.

Dopo essersi presa una pausa per risolvere alcune questioni personali, nell'ottobre 1994 la band pubblicò Promised Land (un CD-ROM collegato, che conteneva un gioco ispirato a Promised Land e altri elementi interattivi fu pubblicato nel marzo 1996). Si trattava di un album oscuro e intensamente personale, che rifletteva lo stato mentale della band in quel periodo. Anche se l'album debuttò al 3º posto in classifica e fu certificato disco di platino, non ebbe chiaramente lo stesso successo commerciale di Empire. Come era successo a molti altri gruppi heavy metal e hard rock, le fortune commerciali dei Queensrÿche declinarono, mentre montava la popolarità del grunge e del rock alternativo.

1997: Anno di cambiamenti[modifica | modifica wikitesto]

Nel marzo 1997 i Queensrÿche pubblicarono il loro sesto album in studio, Hear in the Now Frontier, che ebbe un'accoglienza tiepida da parte di critica e pubblico. L'album debuttò al 19º posto ma svanì rapidamente dalle classifiche. Il sound e lo stile dell'album era più basilare e spoglio di tutto quello che la band aveva pubblicato prima, e alcuni fan e critici indicarono lo stile grunge come una delle principali influenze del disco. A dispetto della reazione, i singoli Sign of the Times e You furono trasmessi con intensità dalle radio.

Ad aggiungersi alle deludenti vendite dell'album arrivarono dei problemi che tormentarono la band durante il tour successivo. Meno di un mese dopo l'inizio del tour di Hear in the Now Frontier, Geoff Tate si ammalò seriamente e il gruppo fu costretto per la prima volta a cancellare le date di alcuni concerti. Per giunta, l'etichetta con cui la band lavorava da lungo tempo, la EMI America Records, andò in bancarotta durante lo stesso periodo. I Queensrÿche furono costretti a usare il proprio denaro per finanziare il resto del tour, che si concluse in agosto, dopo appena due mesi. In dicembre la band si esibì in una manciata di show in Sud America per soddisfare degli obblighi contrattuali, e fu durante questo periodo che il membro fondatore Chris DeGarmo annunciò che avrebbe lasciato i Queensrÿche.

Anche se i motivi ufficiali per la dipartita di DeGarmo non sono mai stati resi pubblici, i membri della band hanno parlato di un esaurimento psicofisico e del desiderio di perseguire interessi al di fuori dei Queensrÿche come possibili ragioni del suo abbandono.[12][13] Dopo aver lasciato i Queensrÿche, DeGarmo registrò e suonò alcuni brani insieme a Jerry Cantrell e fece parte di una band dalla vita breve chiamata Spys4Darwin, che pubblicò un solo EP nel 2001. DeGarmo è ora pilota per una compagnia aerea. Fu sostituito da Kelly Gray per Q2K (1999).

Il dopo-DeGarmo (dal 1998 a oggi)[modifica | modifica wikitesto]

DeGarmo fu rimpiazzato dal chitarrista e produttore Kelly Gray. I legami tra Gray e i Queensrÿche risalivano ai primi anni Ottanta, quando lui era il chitarrista dei Myth, la prima band di Geoff Tate. Gray aveva anche lavorato come produttore per band come Dokken e Candlebox. Il primo album dei Queensrÿche con Gray fu Q2K, del 1999. Quello fu anche il primo album per la loro nuova etichetta, la Atlantic Records. Dal punto di vista musicale, Q2K aveva ben poca somiglianza al metal progressivo del passato della band, e mostrava un sound spoglio simile a quello di Hear in the Now Frontier. Gray non fu accolto a braccia aperte dai fan, che ritenevano che il suo stile blues non fosse adatto ai Queensrÿche. Inoltre la popolarità in declino costrinse la band a esibirsi in teatri e piccoli locali, invece che in arene e anfiteatri all'aperto.

Dopo l'uscita di un greatest hits nel 2000, i Queensrÿche partirono per un altro tour, stavolta in supporto degli Iron Maiden. Questo permise alla band di suonare per la prima volta al Madison Square Garden. Insoddisfatti per lo scarso supporto ricevuto dall'Atlantic, nel 2001 i Queensrÿche passarono alla Sanctuary Records. Nel luglio dello stesso anno, la band eseguì alcune date al Moore Theater di Seattle. I concerti furono registrati e pubblicati nel settembre 2001 come Live Evolution, il secondo album dal vivo della band. Poco dopo Kelly Gray lasciò i Queensrÿche.

Nella primavera del 2003 la band entrò in studio con solo quattro membri per registrare il nuovo album. In aprile, annunciarono la riunione con Chris DeGarmo, anche se il suo futuro status nella band rimaneva incerto. In luglio, i Queensrÿche pubblicarono il loro primo e unico album di inediti per la Sanctuary, Tribe. DeGarmo, che suonò e contribuì a scrivere quattro brani, non rientrò ufficialmente a far parte della band e non partecipò al tour di supporto.

Il sostituto ufficiale di Kelly Gray risultò essere Mike Stone, che accompagnò la band nel tour di Tribe come secondo chitarrista a fianco di Michael Wilton. Nel giugno 2003, i Queensrÿche lanciarono un tour con doppia headline insieme a un'altra popolare band progressive metal, i Dream Theater. I due gruppi si alternavano in apertura e in chiusura, e terminavano gli show suonando alcune canzoni insieme. I Fates Warning furono gli special guest del tour.

Nel luglio 2004, i Queensrÿche annunciarono la loro intenzione di registrare un seguito dell'album del 1988 Operation: Mindcrime. Per stimolare l'interesse dei fan verso l'album in arrivo, la band si mise in viaggio nell'autunno del 2004 con il tour "An Evening With Queensrÿche". Il tour si apriva con un breve set di successi seguito da una versione riveduta di Operation: Mindcrime con attori dal vivo e video; Pamela Moore riprese il suo ruolo di Sister Mary. Alla fine del concerto, attraverso gli altoparlanti la band faceva anche ascoltare una versione pre-registrata di Hostage, un brano dell'album in arrivo. La seconda parte del tour cominciò all'inizio del 2005. Prima di partire per la terza parte del tour nell'autunno 2005, i Queensrÿche fecero anche una tournée con i Judas Priest attraverso il Nord America, eseguendo un set di un'ora composto per la maggior parte dai brani storici della band, oltre che da una canzone tratta dal seguito in via di pubblicazione, intitolata "I'm American."

Operation: Mindcrime II è stato pubblicato negli Stati Uniti il 4 aprile 2006 e ha risolto alcune delle questioni poste dal primo album. Si tratta del primo album registrato dai Queensrÿche per la loro nuova etichetta, la Rhino Entertainment, per la quale avevano firmato nel 2005. Ronnie James Dio ha fornito la voce per il Dr. X, il cattivo di entrambi gli album. Il disco ha debuttato al 14º posto, la più alta posizione per un album dei Queensrÿche dal 1997 a questa parte. Il tour di Operation: Mindcrime II comincerà nel giugno 2006, e la band eseguirà entrambi gli album di Operation: Mindcrime nella loro interezza.

Il 3 febbraio 2009 Mike Stone ha annunciato di avere lasciato il gruppo. Sul finire del marzo 2009 fu rilasciato American Soldier. Si tratta di un concept album sul tema della guerra, basato su una lunga serie di interviste che Geoff Tate ha fatto ad alcuni veterani di guerra americani. Il giovanissimo e talentuoso Parker Ludgren, chitarrista di una band punk di Seattle, gli Sledgeback, e della solo band di Tate, sostituirà Mike Stone. In giugno del 2012 viene resa nota la dipartita dal gruppo del leader e voce Geoff Tate. Al suo posto Todd La Torre, che per un breve periodo, effettivamente due date di prova, ha affiancato i restanti membri della band in un progetto chiamato Rising West.

Nel 2013 si apre la controversia tra Geoff Tate e i rimanenti membri dei Queensrÿche su chi sia autorizzato ad utilizzare il nome/marchio Queensrÿche. Le parti arrivano addirittura di fronte ad un tribunale che incredibilmente autorizza (momentaneamente) entrambi ad utilizzare il nome Queensrÿche. Di fatto ora ci sono due band: i Queensrÿche (Eddie Jackson, Scott Rockenfield, Michael Wilton e Todd La Torre) e i Geoff Tate's Queensrÿche (Geoff Tate, Kelly Gray, Randy Gane, Rudy Sarzo, Robert Sarzo e Simon Wright). Nel maggio 2013 esce il primo album dei Geoff Tate's Queensrÿche intitolato Frequency Unkonwn. Il 24 giugno 2013, in Europa, e il 25 giugno 2013, negli Stati Uniti, è stato pubblicato l'omonimo Queensrÿche, il primo album con Todd La Torre alla voce.

Progetti paralleli[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2002 Geoff Tate ha pubblicato un album solista per la Sanctuary Records. Tate è stato in tour per supportare l'album nell'estate del 2002. Michael Wilton, con la sua band Soulbender, ha pubblicato un album auto-intitolato nel 2004. Scott Rockenfield e l'ex chitarrista dei Queensrÿche Kelly Gray sono membri degli Slave to the System, che nel febbraio 2006 hanno pubblicato un album di debutto auto-intitolato e hanno fatto un tour nell'aprile dello stesso anno. Rockenfield ha anche collaborato a una serie di progetti insieme al musicista Paul Speer. Rockenfield/Speer sono stati nominati per un Grammy Award (nella categoria Miglior Video Musicale, Forma Lunga) per TeleVoid, pubblicato nel 1999.

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Attuale[modifica | modifica wikitesto]

Queensrÿche con Todd La Torre
Queensrÿche con Geoff Tate

Turnisti

  • Nina Noir – voce in Suite Sister Mary (aprile–maggio 2013)[14]
  • Sass Jordan – voce in Suite Sister Mary (giugno 2013)[15]
  • John Moyer – basso (maggio–giugno 2013)
  • Brian Tichy – batteria (giugno 2013)

Ex-componenti[modifica | modifica wikitesto]

Queensrÿche prima dello scioglimento del 2012
  • Chris DeGarmo – chitarra solista, ritmica e acustica, cori (1982–1997, 2003)
  • Mike Stone – chitarra solista, ritmica e acustica, cori (2002–2009)
Queensrÿche con Geoff Tate

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Discografia dei Queensrÿche.

Album in studio[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g (EN) Stephen Thomas Erlewine, Queensrÿche su AllMusic, All Media Network. URL consultato il 12 novembre 2012.
  2. ^ a b (EN) Robert Taylor, Recensione "Rage for Order" su AllMusic, All Media Network. URL consultato il 12 novembre 2012.
  3. ^ Queensrÿche has sold 20 million albums worldwide
  4. ^ Thin Lizzy & Queensrÿche UK Tour
  5. ^ rockdetector
  6. ^ a b c Miller, Brett. "Before the Storm - The Early Days of Queensrÿche". www.queensrychehistory.com. Retrieved April 24, 2006.
  7. ^ Gidley, Lisa. "Spinal Tap's main man explains the importance of the umlaut". www.spiraling.com. Retrieved April 26, 2006.
  8. ^ (EN) Eduardo Rivadavia, Recensioine "The Warning" su AllMusic, All Media Network. URL consultato il 12 novembre 2012.
  9. ^ Top 100 glam/hair metal albums of all the time - "Rage For Order"
  10. ^ freewebs.com - Queensrÿche descritti come hair metal band
  11. ^ Sito Ufficiale - Recensione di "Monster Ballads Xmas"
  12. ^ Waterbury, Mark E. (Ago. 2003). "Crossroads: Scott Rockenfield - Queensryche's Drummer". Music Morsels. Retrieved April 24, 2006.
  13. ^ Dargon, Kieran. Geoff Tate interview. The RatHole - Fireworks Magazine. Retrieved April 24, 2006.
  14. ^ (EN) GEOFF TATE Taps NINA NOIR For Queensrÿche's 'Operation: Mindcrime' 25th-Anniversary Tour - Mar. 30, 2013, Blabbermouth.net, 30 marzo 2013. URL consultato il 6 agosto 2013.
  15. ^ (EN) Geoff Tate's Queensrÿche Taps Sass Jordan For 'Suite Sister Mary' Duet In June, Blabbermouth.net, 10 maggio 2013. URL consultato il 6 agosto 2013.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità GND: (DE10283823-9