4 bassotti per 1 danese

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Quattro bassotti per un danese)
4 bassotti per 1 danese
Titolo originale The Ugly Dachshund
Lingua originale Inglese
Paese di produzione Stati Uniti
Anno 1966
Durata 93 min
Rapporto 1,75:1
Genere commedia
Regia Norman Tokar
Soggetto G. B. Stern
Sceneggiatura Albert Aley
Produttore Walt Disney
Produttore esecutivo Winston Hibler
Fotografia Edward Colman
Montaggio Robert Stafford
Effetti speciali Eustace Lycett
Musiche *Evelyn Kennedy
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

4 bassotti per 1 danese (The Ugly Dachshund) è un film del 1966 diretto da Norman Tokar e prodotto da Walt Disney.

La grafia del titolo italiano è cambiata nel corso degli anni: il film è stato distribuito in VHS col titolo 4 bassotti per un danese e in DVD col titolo Quattro bassotti per un danese.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Fran (Frances) e Mark Garrison sono una giovane coppia, felice e recentemente sposata, che possiede una bassotta, la pupilla di Fran. La cagnetta aspetta i cuccioli e quando i due la portano dal veterinario, il dottor Pruitt, per partorire, quest'ultimo mostra a Mark un cucciolo di danese la cui madre, non avendo abbastanza latte, ha messo da parte. Il veterinario propone quindi a Mark di prendere con sé il cucciolo almeno per il periodo dello svezzamento.

Nonostante le iniziali perplessità, Mark si fa intenerire dal cucciolone e decide di portarlo a casa. Fran entusiasta per l'arrivo a casa dei bassotti non lascia a Mark il tempo di spiegare e pensa che la sua bassotta abbia partorito un quarto cucciolo. Mark non osa svelare a Fran che in realtà il quarto cucciolo non è altro che un danese.

È l'inizio di una serie di divertenti disastri che vedono come protagonista Brutus (l'alano), il danese ormai cresciuto, che crede di essere un bassotto e come tale si comporta, seminando guai e allegria nella vita dei due coniugi. Ciononostante, Fran è spesso esasperata dall'irruenza del danese e più volte mette in discussione la permanenza di Brutus nella loro casa. Solo il salvataggio della sua piccola Cloe da parte di Brutus farà ricredere la donna.

Scheda[modifica | modifica wikitesto]

  • Direttore della fotografia: Edward Colman, A.S.C.
  • Colore della: Technicolor
  • Scenografie: Carroll Clark, Marvin Aubrey Davis
  • Montaggio: Robert Stafford, A.C.E.
  • Arredamento: Emile Kuri, Frank R. McKelvy
  • Effetti speciali: Eustace Lycett
  • Supervisore al suono: Robert O. Cook
  • Regia della 2' troupe: Arthur J. Vitarelli
  • Costumi: Chuck Keehne, Gertrude Casey
  • Trucco: Pat McNalley, La Rue Matherson
  • Montaggio delle musiche: Evelyn Kennedy
  • Assistente alla Regia: Tom Leetch
  • Cani ammaestrati da: William R. Koehler, Glenn Randall, Jr.
  • Musiche: George Bruns
  • Orchestrazione: Franklyn Marks
  • Co-produttore: Winston Hibler
  • Regia di: Norman Tokar
  • Doppiaggio eseguito negli Stabilimenta di Fono Roma
  • Con la partecipazione della C.D.C.
  • Westrex Recording

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema