Quartetto per pianoforte e archi (Mahler)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Quartetto per pianoforte
CompositoreGustav Mahler
Tonalitàla minore
Tipo di composizionequartetto per pianoforte
Epoca di composizioneVienna, 1876
Prima esecuzioneVienna, 10 luglio 1876
PubblicazioneAmburgo, 1973
Durata media11'
Organicoviolino, viola, violoncello, pianoforte
Movimenti
  1. Nicht zu schnell
  2. Scherzo (incompiuto)

Il Quartetto per pianoforte in la minore è l'unico lavoro cameristico senza canto che ci rimane di Gustav Mahler, nonché la sua prima opera nota, composta quando ancora era studente a Vienna. L'opera è incompiuta: ce ne resta il primo tempo completo e uno schizzo del secondo. Il primo movimento, con indicazione Nicht zu schnell, in tedesco "non troppo veloce", dura solitamente tra i 10 e i 15 minuti.

Storia della composizione[modifica | modifica wikitesto]

Mahler cominciò a lavorare al suo quartetto per pianoforte verso la fine del suo primo anno al Conservatorio di Vienna, quando era attorno ai 15 o 16 anni di età. Il pezzo ebbe la sua prima performance il 10 luglio 1876 al Conservatorio, il compositore al pianoforte[1], ma non è chiaro nella documentazione dell'epoca se al tempo il quartetto fosse completo. In diverse lettere Mahler accenna a un quartetto o a un quintetto, ma mai in modo particolare a questo. Dopo la première all'istituto, il quartetto fu eseguito a casa del dottor Theodor Billroth, amico stretto di Johannes Brahms. L'ultima esecuzione nota del pezzo nell'Ottocento si tenne a Iglau il 12 settembre 1876, sempre con Mahler al pianoforte, e vedeva in programma anche una sonata per violino di Mahler mai reperita.

Sembra che Mahler abbia deciso di pubblicarla tempo dopo la composizione, perché il manoscritto che ci è rimasto, che include anche 24 battute dello scherzo in sol minore, porta il timbro dell'editore Theodor Rättig. È stato ipotizzato che Mahler gli abbia spedito il lavoro, ma che lui l'abbia rifiutato. A seguito della scoperta del manoscritto negli anni '60 a opera della vedova del compositore, Alma Mahler Schindler,il quartetto fu eseguito per la prima volta negli Stati Uniti il 12 gennaio 1964, a New York, da Peter Serkin e il Galimir Quartet. Quattro anni più tardi ebbe la prima esecuzione nel Regno Unito, il 1º giugno 1968 alla Purcell Room di Londra, interprete il Nemet Ensemble.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Mitchell, p. 116.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Donald Mitchell, Gustav Mahler. Volume I: The Early Years, Londra, Faber, 1995, p. 116.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Musica classica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica classica