Quartetto di Venezia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Il Quartetto di Venezia è un quartetto d'archi italiano attivo dal 1983.

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

  • Violino I: Andrea Vio (violino Pierre Dalphin, Ginevra, 1980)
  • Violino II: Alberto Battiston (violino Eugenio Degani, Venezia, 1897)
  • Viola: Mario Paladin (viola Filippo Fasser, Brescia, 1990)
  • Violoncello: Angelo Zanin (violoncello Marcello Giovanni Battista Martinenghi, Venezia, 1931)

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il Quartetto di Venezia ha suonato in importanti sedi e festival in Italia e nel mondo tra cui: National Gallery a Washington, Palazzo delle Nazioni Unite a New York, Sala Unesco a Parigi, IUC e Accademia Filarmonica Romana a Roma, Serate Musicali, Società del Quartetto e Società dei Concerti di Milano, Kissinger Sommer, KlangBogen Wien, Palau de la Musica Catalana di Barcellona, Giardini di Tivoli a Copenhagen, Societè Philarmonique a Bruxelles, Konzerthaus Berlin, Gasteig a Monaco di Baviera, Beethovenfest Bonn, Laeiszhalle Hamburg, Filarmonica di Mosca e Teatro Colon di Buenos Aires.

Ha collaborato con artisti di fama mondiale tra i quali Bruno Giuranna, il Quartetto Borodin, Piero Farulli, Paul Szabo, Oscar Ghiglia, Danilo Rossi, Pietro De Maria, Alirio Diaz, Alessandro Carbonare, Andrea Lucchesini e Mario Brunello.

La produzione discografica include registrazioni per Decca, Naxos, Dynamic, Fonit Cetra, Unicef, Navona e Koch. Per i suoi dischi ha ottenuto la nomination ai Grammy Award. Numerose sono anche le registrazioni radiofoniche e televisive per la Rai, Bayerischer Rundfunk, New York Times (WQXR), ORF1, Schweizer DRS2, Radio Clasica Espanola, MBC Sudcoreana.

Dal 2017 è “quartetto in residenza” della Fondazione Giorgio Cini. Nel 2018 in occasione del 35º anniversario, il Quartetto di Venezia ha ricevuto una targa di rappresentanza dal Presidente della Repubblica Italiana.

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Titolo Etichetta Codice Registrazione
Ludwig van Beethoven: quartetti op.18 n.3 e op.59 n.3 "Rasumovsky" UNICEF DC - U33 Genova, novembre 2000
Curt Cacioppo: "Italia" Navona Records NV5826 Preganziol, 2010
Curt Cacioppo: "Ritornello" Navona Records NV5956 Preganziol 2014
Luigi Boccherini: quartetti op.8 (vol. I) Dynamic CDS 111 Genova, 1-2-3-4 marzo 1994
Luigi Boccherini: quartetti op.39 - 41 - 64 (vol. II) Dynamic CDS 127 Genova, 19/21 ottobre 1994
Luigi Boccherini: quartetti op. 52 (vol. III) Dynamic CDS 154 Genova, 6-7-8 luglio 1995
Gian Francesco Malipiero: integrale degli otto quartetti (2 cd) Dynamic CDS 168/1-2 Genova, 7/10 maggio - 16/19 settembre 1996
Camille Saint-Saëns: i due quartetti per archi Dynamic CDS 179 Genova, 10/15 maggio 1997
Ottorino Respighi: "Quartetto Dorico" e quartetto in Re minore Dynamic CDS 276 Genova, 3/6 maggio 2000
Karl Amadeus Hartmann: quartetto n.2
Hans Krása: Passacaglia e Fuga per trio d'archi
Fonit Cetra NFCD 2033
Fun time with the string quartet Dynamic CDS 195 Genova, 15-16-17 settembre 1997
Ottorino Respighi: "Il Tramonto" per baritono e quartetto d'archi[1] Koch 3-7215-2
Giuseppe Martucci - Ottorino Respighi: quintetti per pianoforte ed archi[2] Ermitage ERM 410
Antonio Bazzini: integrale dei sei quartetti per archi[3] (3 cd) Dynamic 418/1-3 Genova, dicembre 2001 - marzo 2002
Giuseppe Verdi, Giacomo Puccini, Riccardo Zandonai[3]: quartetti per archi Dynamic CDS 461
Quartetti italiani (10 cd) Dynamic CDS 486/1-10
Ludwig van Beethoven: integrale dei quintetti per archi[4] (2 cd) Dynamic CDS 484/1-2 Padova, aprile/maggio 2005
Luigi Cherubini: Integrale dei sei quartetti per archi (3 CD) Decca 476 3604
Alfredo Casella - Guido Turchi: I quartetti per archi Naxos 8.573019

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ baritono: Christopher Trakas
  2. ^ pianista: Patrizia Prati
  3. ^ a b Prima registrazione mondiale
  4. ^ violista: Danilo Rossi

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Musica classica Portale Musica classica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica classica