Quando il giorno verrà

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Quando il giorno verrà
Titolo originale Watch on the Rhine
Lingua originale inglese
Paese di produzione USA
Anno 1943
Durata 114 min
Dati tecnici B/N
Genere drammatico
Regia Herman Shumlin
Soggetto Lillian Hellman
Sceneggiatura Dashiell Hammett e Lillian Hellman
Fotografia Merritt B. Gerstad e Hal Mohr
Montaggio Rudi Fehr
Musiche Max Steiner
Scenografia Carl Jules Weyl e Julia Heron
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Quando il giorno verrà (Watch on the Rhine) è un film del 1943 diretto da Herman Shumlin.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Una giovane americana, Sara Muller fa ritorno a casa, a Washington, insieme al marito e ai figli dopo un soggiorno nella Germania nazista e in Messico. L'uomo, Kurt Muller è un militante di un'organizzazione antinazista ed è fuggito in America per una malattia. ma Kurt reca con sé una forte somma di denaro, e per questo motivo viene ricattato da un losco individuo, sedicente nobile rumeno, che alloggia nella casa dei genitori di Sara. Il conte De Brancovis scopre l'attività politica di Kurt e lo minaccia di denuncia all'ambasciata tedesca. Alla fine, Kurt sarà costretto ad uccidere l'avversario per non essere scoperto. Poi farà ritorno in Germania a proseguire la propria lotta, lasciando Sara da sola in America. Dopo alcuni mesi di silenzio, Sara accetterà la dura realtà che il marito è stato catturato dai tedeschi; il figlio maggiore, Joshua, partirà per l'Europa per proseguire l'opera del padre.

Il film[modifica | modifica wikitesto]

La pellicola si inserisce all'interno del cinema di propaganda statunitense in favore dell'intervento bellico contro la Germania nazista; all'origine del film c'è una commedia di Lillian Hellman portata al successo sulle scene di Broadway con la regia teatrale di Herman Shumlin. Dashiell Hammett adattò per il cinema la pièce per la Warner Bros. ricavandone una sceneggiatura che fu diretta dallo stesso Shumlin.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Gene Ringgold, The Films of Bette Davis, The Citadel Press - Secaucus, New Jersey 1966 - ISBN 0-8065-0000-X
  • Joe Morella, Edward Z. Epstein e John Griggs, The Films of World War II, Secaucus, New Jersey, The Citadel Press, 1980, ISBN 0-8065-0482-X.
  • Clive Hirschhorn, The Warner Bros. Story, New York, Crown Publishers, Inc., 1983, ISBN 0-517-53834-2.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema