Qualcosa di travolgente

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Qualcosa di travolgente
Qualcosa di travolgente.png
Jeff Daniels e Melanie Griffith in una scena del film
Titolo originale Something Wild
Paese di produzione USA
Anno 1986
Durata 113 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 1,85:1
Genere commedia
Regia Jonathan Demme
Sceneggiatura E. Max Frye
Casa di produzione Religiosa Primitiva
Distribuzione (Italia) Cecchi Gori
Fotografia Tak Fujimoto
Montaggio Craig McKay
Musiche Laurie Anderson e John Cale
Tema musicale Wild Thing
Scenografia Norma Moriceau
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Qualcosa di travolgente (Something Wild) è un film del 1986 diretto da Jonathan Demme.

Fu presentato fuori concorso al 40º Festival di Cannes.[1]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Charles Driggs è un banchiere di New York apparentemente convenzionale che conduce una vita serena ed è stato lasciato dalla moglie. Un giorno incontra in una caffetteria una donna bruna che si fa chiamare Lulu Hankel che lo ferma all'uscita dicendogli di non aver pagato. Mentre lui discute di aver pagato, lei riesce a convincerlo a pagare per poi farlo salire nella sua macchina che - secondo le sue parole - lei ha acquisito da un divorzio. Con la scusa di volerlo accompagnare a lavoro, Lulu lo porta in giro e iniziano una serie di avventure: rubano da un negozio di liquori e cenano in un ristorante senza pagare mentre Charlie le fa credere di essere sposato; Lulu rivela in seguito il suo vero nome Audrey e lo porta a conoscere la madre facendole credere di essere sposati; qui lei adotta un personaggio diverso, diventando una donna bionda platino mentre tra i due nasce l'amore.

Quella sera, Audrey e Charlie vanno ad una riunione con ex-compagni di scuola di lei e qui incontrano Ray Sinclair, l'ex marito di Audrey, e la sua nuova fidanzata Irene. Ray è un uomo violento, uscito da poco dal carcere dopo aver scontato 5 anni e cerca di riprendersi con tutte le forze Audrey. Dopo aver commesso un furto e un omicidio in un supermercato, Ray riesce a far coinvolgere Charlie minacciandolo di non dire niente alla polizia per poi portarlo in un motel dove, in una stanza, Ray picchia a sangue Charlie e confessa a Audrey che Charlie non è più sposato e così Audrey allontana Charlie.

Charlie continua tuttavia a seguire segretamente Audrey e Ray quando questi lasciano il motel e riesce a riprendersi Audrey in una tavola calda con una scusa cosa che spinge Ray a non reagire dato che i poliziotti del posto credono che Charlie sia uno di loro.

Charlie e Audrey arrivano nella casa di lui ma poco dopo arriva Ray che picchia Charlie scatenando con lui una rissa i cui interviene anche Audrey nel tentativo di fermare Ray. Ammanettato nel bagno di casa, Charlie si libera e salva Audrey da Ray provando a strangolarlo con le manette ma Ray riesce a liberarsi prendendo un pugnale ma Audrey riesce a disarmare l'ex marito e Charlie lo uccide con il pugnale. All'arrivo dei poliziotti, Charlie viene medicato mentre Audrey viene portata via per essere interrogata. In seguito, Charlie la cerca nel suo appartamento ma scopre che lei si è trasferita.

Qualche giorno dopo, Charlie viene trasferito con il suo lavoro e si reca nella caffetteria dove aveva conosciuto Audrey; nelle vicinanze la ricontra con una sua terza incarnazione che lo invita a salire con lei nella sua macchina e lui accetta.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Official Selection 1987, festival-cannes.fr. URL consultato il 25 giugno 2011.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema