Quake engine

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Quake engine
software
Quake engine in funzione su Quake.
Quake engine in funzione su Quake.
GenereMotore grafico
Sviluppatoreid Software
Data prima versione22 giugno 1996; 22 anni fa[1]
Sistema operativoMultipiattaforma
LinguaggioC[2]
Assembly[2]
LicenzaGPL
(licenza libera)
Sito web

Il Quake engine (a volte chiamato idTech 1.5[3]) è un motore grafico sviluppato nel 1996, da id Software, per lo sparatutto in prima persona Quake. Dal 21 dicembre 1999, il codice sorgente è disponibile sotto licenza GNU General Public License.[3]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Creazione[modifica | modifica wikitesto]

Le origini dello sviluppo del motore grafico di Quake, poggiano le loro basi ancora prima che Doom e il Doom Engine fossero completati;[4] John Carmack infatti era già all'epoca frustrato dalle limitazioni tecniche tipiche dei motori grafici basati su mappe bidimensionali e 2.5D, e per questo ancor prima di completare l'engine precedente, iniziò a maturare le idee per la realizzazione di quello successivo.[4] Il prossimo passo sarebbe stato dunque scrivere un motore grafico che poggiasse le proprie basi sulla solidità della vera computer grafica 3D, senza dover ricorrere ad illusioni ottiche o trucchi di programmazione per farlo sembrare tale; lo scopo, per come la vedeva Carmack, era di render il motore di Quake, un nuovo standard.[4] Il Quake engine è stato scritto, oltre che in assembly, con una versione leggermente alterata del linguaggio C,[2] chiamato QuakeC; questa variante appositamente creata da Carmack è stata pensata per rendere più facile il lavoro di programmazione alle vivaci comunità di modding che si erano consolidate con Doom.[5]

Per scrivere il codice del Quake engine, Carmack lavorò ad una sua personale postazione privata con un personal computer di ultima generazione e l'ausilio di un raro tubo a raggi catodici, Intergraph 28hd96, a 16:9 con output a 1080p.[6] Il motore grafico era praticamente finito in agosto 1995, quasi un anno prima dell'uscita di Quake.[4]

Eredità[modifica | modifica wikitesto]

Albero di famiglia dei motori grafici derivati dal Quake engine

Il Quake engine, è noto oggi, per aver reso la computer grafica 3D effettivamente uno standard che tutti gli altri sparatutto in prima persona avrebbero dovuto rispettare negli anni a venire.[7] Anche i motori grafici più avanzati, come il Build Engine di Duke Nukem 3D (uscito appena 5 mesi prima di Quake), dovettero arrendersi all'evidenzia di risultare già antiquati rispetto al nuovo gioiello tecnologico creato da John Carmack;[8][9] altri motori invece furono direttamente figli suoi, come il GoldSrc di Half-Life, uscito nel 1998.[8][10] Inoltre il Quake engine fu anche il principale fattore che spinse le vendite delle schede video 3dfx Voodoo 1, grazie al supporto per l'accelerazione hardware.[8][10]

Il Quake engine ha lasciato dietro di sé ben 3 varianti alternative: GLQuake ideata per supportare le API OpenGL,[11] Quakespasm per il supporto a Linux e Mac OS e DirectQ per il supporto a Microsoft Windows e DirectX.[12]

Tecnologia[modifica | modifica wikitesto]

A differenza di quello che può essere definito il suo predecessore, cioè il Doom Engine, il Quake engine ha ovviamente un sistema di rendering in reale computer grafica 3D.[3][13] Questo enorme salto in avanti fa in modo che Quake non venga reindirizzato da nessuna mappa bidimensionale; al contrario il mondo di gioco è costruito interamente con mesh poligonale, anche gli oggetti e i nemici di gioco (che in passato erano basati su sprite) ora possiedono una reale solidità.[3][13][14]

Oltre al 3D, il Quake engine fa uso anche di tecnologie di rifinitura molto avanzate come il gouraud shading e l'illuminazione dinamica.[3][13] L'unica cosa che condivide con il Doom Engine, è la modalità di creazione del mondo di gioco, basata sulla partizione binaria dello spazio: come in Doom, infatti, questa tecnica suddivide i livelli di Quake in substrati più piccoli (già pre-elaborati) ramificati con una struttura dati ad albero; dunque, in base allo spostamento del giocatore, il livello andrà via via sviluppandosi nello spazio in cui quest'ultimo si muove.[13]

Giochi ufficiali che usano il motore[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Quake, su gamefaqs.com. URL consultato il 5 agosto 2016.
  2. ^ a b c Quake GPL Source Release, su github.com. URL consultato il 5 agosto 2016.
  3. ^ a b c d e Quake engine, su giantbomb.com. URL consultato il 5 agosto 2016.
  4. ^ a b c d The Egos at Ig, su wired.com, 1º agosto 1996. URL consultato il 5 agosto 2016 (archiviato dall'url originale il 25 dicembre 2015).
  5. ^ Quake C Basics, su bluesnews.com. URL consultato il 5 agosto 2016.
  6. ^ In 1995, John Carmack Coded Quake Using a 28-Inch, 16:9, 1080p Monitor, su themarysue.com, 21 settembre 2011. URL consultato il 5 agosto 2016.
  7. ^ Quake, su IGN. URL consultato il 5 agosto 2016.
  8. ^ a b c Doom vs. Quake: Chi ha lasciato di più il segno?, su it.ign.com, 2 gennaio 2016. URL consultato il 5 agosto 2016.
  9. ^ The Legacy of Quake, su pcgamer.com, 22 giugno 2016. URL consultato il 5 agosto 2016.
  10. ^ a b PC Mag, 16 dicembre 1997. URL consultato il 5 agosto 2016.
  11. ^ Differences between software rendered Quake and GLQuake, su quaddicted.com. URL consultato il 5 agosto 2016.
  12. ^ Recommended Quake Engines, su quaddicted.com. URL consultato il 5 agosto 2016.
  13. ^ a b c d Quake engine, su moddb.com. URL consultato il 5 agosto 2016.
  14. ^ 14 years of Quake Engine: The famous games with id Technology, su pcgameshardware.de, 26 giugno 2010. URL consultato il 5 agosto 2016.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]