Quake engine

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Quake engine
Quake engine in funzione su Quake.
Quake engine in funzione su Quake.
Sviluppatore id Software
Data prima versione 22 giugno 1996; 20 anni fa[1]
Sistema operativo Multipiattaforma
Linguaggio C[2]
Assembly[2]
Genere Motore grafico
Licenza GPL
(licenza libera)
Sito web github.com/id-Software/Quake

Il Quake engine (a volte chiamato idTech 1.5[3]) è un motore grafico sviluppato nel 1996, da id Software, per lo sparatutto in prima persona Quake. Dal 21 dicembre 1999, il codice sorgente è disponibile sotto licenza GNU General Public License.[3]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Creazione[modifica | modifica wikitesto]

Le origini dello sviluppo del motore grafico di Quake, poggiano le loro basi ancora prima che Doom e il Doom Engine fossero completati;[4] John Carmack infatti era già all'epoca frustrato dalle limitazioni tecniche tipiche dei motori grafici basati su mappe bidimensionali e 2.5D, e per questo ancor prima di completare l'engine precedente, iniziò a maturare le idee per la realizzazione di quello successivo.[4] Il prossimo passo sarebbe stato dunque scrivere un motore grafico che poggiasse le proprie basi sulla solidità della vera computer grafica 3D, senza dover ricorrere ad illusioni ottiche o trucchi di programmazione per farlo sembrare tale; lo scopo, per come la vedeva Carmack, era di render il motore di Quake, un nuovo standard.[4] Il Quake engine è stato scritto, oltre che in assembly, con una versione leggermente alterata del linguaggio C,[2] chiamato QuakeC; questa variante appositamente creata da Carmack è stata pensata per rendere più facile il lavoro di programmazione alle vivaci comunità di modding che si erano consolidate con Doom.[5]

Per scrivere il codice del Quake engine, Carmack lavorò ad una sua personale postazione privata con un personal computer di ultima generazione e l'ausilio di un raro tubo a raggi catodici, Intergraph 28hd96, a 16:9 con output a 1080p.[6] Il motore grafico era praticamente finito in agosto 1995, quasi un anno prima dell'uscita di Quake.[4]

Eredità[modifica | modifica wikitesto]

Albero di famiglia dei motori grafici derivati dal Quake engine

Il Quake engine, è noto oggi, per aver reso la computer grafica 3D effettivamente uno standard che tutti gli altri sparatutto in prima persona avrebbero dovuto rispettare negli anni a venire.[7] Anche i motori grafici più avanzati, come il Build Engine di Duke Nukem 3D (uscito appena 5 mesi prima di Quake), dovettero arrendersi all'evidenzia di risultare già antiquati rispetto al nuovo gioiello tecnologico creato da John Carmack;[8][9] altri motori invece furono direttamente figli suoi, come il GoldSrc di Half-Life, uscito nel 1998.[10][8] Inoltre il Quake engine fu anche il principale fattore che spinse le vendite delle schede video 3dfx Voodoo 1, grazie al supporto per l'accelerazione hardware.[8][10]

Il Quake engine ha lasciato dietro di sé ben 3 varianti alternative: GLQuake ideata per supportare le API OpenGL,[11] Quakespasm per il supporto a Linux e Mac OS e DirectQ per il supporto a Microsoft Windows e DirectX.[12]

Tecnologia[modifica | modifica wikitesto]

A differenza di quello che può essere definito il suo predecessore, cioè il Doom Engine, il Quake engine ha ovviamente un sistema di rendering in reale computer grafica 3D.[3][13] Questo enorme salto in avanti fa in modo che Quake non venga reindirizzato da nessuna mappa bidimensionale; al contrario il mondo di gioco è costruito interamente con mesh poligonale, anche gli oggetti e i nemici di gioco (che in passato erano basati su sprite) ora possiedono una reale solidità.[3][13][14]

Oltre al 3D, il Quake engine fa uso anche di tecnologie di rifinitura molto avanzate come il gouraud shading e l'illuminazione dinamica.[3][13] L'unica cosa che condivide con il Doom Engine, è la modalità di creazione del mondo di gioco, basata sulla partizione binaria dello spazio: come in Doom, infatti, questa tecnica suddivide i livelli di Quake in substrati più piccoli (già pre-elaborati) ramificati con una struttura dati ad albero; dunque, in base allo spostamento del giocatore, il livello andrà via via sviluppandosi nello spazio in cui quest'ultimo si muove.[13]

Giochi ufficiali che usano il motore[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Quake, gamefaqs.com. URL consultato il 5 agosto 2016.
  2. ^ a b c Quake GPL Source Release, github.com. URL consultato il 5 agosto 2016.
  3. ^ a b c d e Quake engine, giantbomb.com. URL consultato il 5 agosto 2016.
  4. ^ a b c d The Egos at Ig, web.archive.org, 1º agosto 1996. URL consultato il 5 agosto 2016 (archiviato dall'url originale il 25 dicembre 2015).
  5. ^ Quake C Basics, bluesnews.com. URL consultato il 5 agosto 2016.
  6. ^ In 1995, John Carmack Coded Quake Using a 28-Inch, 16:9, 1080p Monitor, themarysue.com, 21 settembre 2011. URL consultato il 5 agosto 2016.
  7. ^ Quake, su IGN. URL consultato il 5 agosto 2016.
  8. ^ a b c Doom vs. Quake: Chi ha lasciato di più il segno?, it.ign.com, 2 gennaio 2016. URL consultato il 5 agosto 2016.
  9. ^ The Legacy of Quake, pcgamer.com, 22 giugno 2016. URL consultato il 5 agosto 2016.
  10. ^ a b PC Mag, 16 dicembre 1997. URL consultato il 5 agosto 2016.
  11. ^ Differences between software rendered Quake and GLQuake, quaddicted.com. URL consultato il 5 agosto 2016.
  12. ^ Recommended Quake Engines, quaddicted.com. URL consultato il 5 agosto 2016.
  13. ^ a b c d Quake engine, moddb.com. URL consultato il 5 agosto 2016.
  14. ^ 14 years of Quake Engine: The famous games with id Technology, pcgameshardware.de, 26 giugno 2010. URL consultato il 5 agosto 2016.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]