Qantas

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Qantas
Qantas logo.png
Qantas A380 VH-OQB Sydney.jpg
Un Airbus A380 della Qantas
Compagnia aerea di bandiera
Codice IATAQF
Codice ICAOQFA
Identificativo di chiamataQANTAS
Descrizione
Hub
Hub secondari
Focus cities
Programma frequent flyerQantas Frequent Flyer
Airport lounge
  • Chairmans Lounge
  • The Qantas Club
  • Alleanzaoneworld
    Flotta126 (+17 ordini)
    Destinazioni41
    Controllate
    Azienda
    Tipo aziendaSocietà per azioni
    Fondazione16 novembre 1920 a Winton
    StatoAustralia Australia
    SedeSydney
    Persone chiave
  • Leigh Clifford (Presidente)
  • Alan Joyce (Amministratore Delegato)
  • Dipendenti35.000  (2010)
    SloganThe Spirit of Australia
    Sito web
    Bilancio economico
    Borse valoriASX: QAN
    FatturatoRed Arrow Down.svg A$ 13,722 miliardi  (2010)
    Risultato ante oneri finanziariGreen Arrow Up.svg A$ 253 milioni  (2010)
    ProfittoGreen Arrow Up.svg A$ 249 milioni  (2010)
    Voci di compagnie aeree presenti su Wikipedia

    La Qantas Airlines Limited o semplicemente Qantas, è la compagnia aerea di bandiera dell'Australia. Il nome è un acronimo per Queensland and Northern Territory Aerial Service. Ha sede a Sydney.

    Storia[modifica | modifica wikitesto]

    È la seconda compagnia aerea per durata continuativa del servizio dopo KLM essendo stata fondata nel 1920; la prima sede fu a Winton nel Queensland, il primo aeromobile fu un De Havilland DH 61 da sette posti. Nella sede storica oggi si trova il museo della compagnia.

    Qantas fa parte dell'alleanza oneworld. Ha una flotta di 141 aerei con 41 destinazioni nel mondo.

    Qantas è considerata la compagnia aerea più sicura al mondo, insieme alla compagnia aerea finlandese Finnair, secondo la rivista "Aero International". È la più grande compagnia al mondo a non aver mai avuto sciagure aeree nell'era dei velivoli jet: l'ultimo incidente mortale sperimentato dalla compagnia australiana è datato 16 luglio 1951, quando un De Havilland Australia DHA-3 Drover si schiantò al largo delle coste della Nuova Guinea causando la morte di 7 persone. Le altre compagnie aeree che dal 1973 non hanno avuto incidenti aerei sono la Cathay Pacific e l'All Nippon Airways.

    Tra gli incidenti più recenti subìti dalla Qantas, il più rilevante è quello occorso al volo Qantas 32 da Sydney a Londra: il compressore di uno dei motori RR Trent 900 è esploso a causa di un malfunzionamento del circuito dell'olio. L'aereo ha dovuto compiere un atterraggio di emergenza all'aeroporto di Singapore-Changi. Grazie alla bravura dei piloti e all'entità del danno non ci sono stati né feriti né decessi.

    Il 6 settembre 2012 Qantas annuncia il raggiungimento di un accordo decennale con la compagnia aerea di bandiera degli Emirati Arabi Uniti, la Emirates. Tale accordo prevede lo spostamento dell'hub Qantas destinato ai voli europei dall'Aeroporto di Singapore-Changi all'Aeroporto Internazionale di Dubai, e la conseguente cancellazione della rotta verso l'aeroporto di Francoforte. Saranno inoltre condivisi i programmi di premio frequent-flyer e l'accesso alle sale riservate delle due compagnie. Tale accordo,operativo dall'aprile 2013, sancisce di fatto la fine della collaborazione della Qantas con la British Airways, che durava da 17 anni.[1]

    Flotta[modifica | modifica wikitesto]

    Il 24 agosto 2012, Qantas ha cancellato l'ordine di 35 aerei 787-9 a causa della crisi che ha affrontato nella prima metà del 2012 e che sta ancora affrontando (per la prima volta dopo 17 anni Qantas ha dichiarato una perdita, che ammonta a circa 160 milioni di sterline). Il valore di questo ordine era per un totale di 5,3 miliardi di sterline.

    Flotta di Qantas a novembre 2017[2][3]
    Aereo In Flotta Ordini Passeggeri Note
    F J W Y
    Totale
    Airbus A330-200 18 36 199 235 Internazionali da riallestire
    28 243 271
    Airbus A330-300 10 28 269 297
    Airbus A380-800 12 14 64 35 371 484 8 ordini dei 20 iniziali posticipati indefinitamente
    Boeing 737-800 72 12 162 174
    Boeing 747-400 4 14 52 32 255 353 Saranno ritirati entro il 2020
    58 36 270 364
    Boeing 747-400ER 6 58 36 270 364 Unico operatore di questa variante di B747
    Verranno rimpiazzati dal 2018[4]
    Boeing 787-9 1 7 TBA Rimpiazzeranno i 747-400 a partire dal 2017

    15 opzioni e 30 diritti di acquisto

    Totale 123 7

    Destinazioni[modifica | modifica wikitesto]

    Africa[modifica | modifica wikitesto]

    Africa Meridionale[modifica | modifica wikitesto]

    Sudafrica Sudafrica

    America[modifica | modifica wikitesto]

    America Meridionale[modifica | modifica wikitesto]

    Cile Cile

    America Settentrionale[modifica | modifica wikitesto]

    Canada Canada

    Stati Uniti Stati Uniti

    Asia[modifica | modifica wikitesto]

    Asia Occidentale[modifica | modifica wikitesto]

    Emirati Arabi Uniti Emirati Arabi Uniti

    Asia Orientale[modifica | modifica wikitesto]

    Cina Cina

    Hong Kong Hong Kong - Aeroporto Internazionale di Hong Kong

    Corea del Sud Corea del Sud

    Giappone Giappone

    Sud Est Asiatico[modifica | modifica wikitesto]

    Filippine Filippine

    Indonesia Indonesia

    Singapore Singapore

    Thailandia Thailandia

    Europa[modifica | modifica wikitesto]

    Regno Unito Regno Unito

    Oceania[modifica | modifica wikitesto]

    Australia Australia

    Figi Figi

    Hawaii Hawaii

    Nuova Zelanda Nuova Zelanda

    Papua Nuova Guinea Papua Nuova Guinea

    Samoa Americane Samoa Americane

    Tahiti Tahiti

    Vanuatu Vanuatu

    Note[modifica | modifica wikitesto]

    Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

    Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

    Controllo di autoritàVIAF: (EN150097713 · ISNI: (EN0000 0001 0812 9149