Punta Sulè

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Avvertenza
Alcuni dei contenuti riportati potrebbero generare situazioni di pericolo o danni. Le informazioni hanno solo fine illustrativo, non esortativo né didattico. L'uso di Wikipedia è a proprio rischio: leggi le avvertenze.
Punta Sulè
Punta sulè 02.jpg
La montagna vista dalla cresta sud-ovest
StatoItalia Italia
RegionePiemonte Piemonte
ProvinciaTorino Torino
Altezza3 384[1] m s.l.m.
Prominenza311 m
CatenaAlpi
Coordinate45°13′51.6″N 7°08′13.2″E / 45.231°N 7.137°E45.231; 7.137Coordinate: 45°13′51.6″N 7°08′13.2″E / 45.231°N 7.137°E45.231; 7.137
Altri nomi e significatiTesta dei Soulè
Data prima ascensione16 agosto 1880[2]
Autore/i prima ascensioneFilippo Vallino[2]
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Italia
Punta Sulè
Punta Sulè
Mappa di localizzazione: Alpi
Punta Sulè
Dati SOIUSA
Grande ParteAlpi Occidentali
Grande SettoreAlpi Sud-occidentali
SezioneAlpi Graie
SottosezioneAlpi di Lanzo e dell'Alta Moriana
SupergruppoCatena Arnas-Ciamarella
GruppoGruppo Autaret-Ovarda
SottogruppoCresta Autaret-Lera-Arnas
CodiceI/B-7.I-B.4.a

La Punta Sulè è una montagna delle Alpi Graie (Gruppo Autaret-Ovarda) alta 3384 m s.l.m. e situata in comune di Usseglio (TO).

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Versante ovest

La montagna è la maggiore elevazione del crinale spartiacque tra i due valloni nei quali si biforca la parte terminale della Valle di Viù, quello di Peraciaval (a nord) e quello che ospita il lago di Malciaussia (a sud). A nord-ovest il colle Sulè la separa dalla testa Sulà (3073 m s.l.m.), mentre a est il colletto della Lera (3320 m s.l.m.) la divide dal Monte Lera.[1]

Amministrativamente la montagna ricade nel comune di Usseglio (TO).[1]

Sulla cima sopra un grosso ometto è collocata una piccola statua bianca del Cristo, mentre su un altro ometto poco discosto si trova un parafulmine. Il panorama dalla vetta comprende le principali montagne delle Alpi Occidentali, tra le quali il gruppo dell'Argentera, il Viso, le Alpi del Delfinato, il Bianco, il Gran Paradiso e il Rosa.[3]

La vetta della montagna

La via di salita usuale è quella che dal lago di Malciaussia sale al Pian Sulè (2.530 m) e raggiunge la montagna seguendone la pietrosa cresta sud-occidentale. Tale percorso, anche se piuttosto lungo (circa 1.600 metri di dislivello), non richiede particolari abilità alpinistiche.[2] Le frequenti nebbie della zona tuttavia esigono un'ottima capacità di orientamento. L'escursione è valutata di difficoltà EE.[3]

La traversata dal monte Lera è invece di tipo alpinistico, con difficoltà di tipo F+.[4]

Cartografia[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Carta IGM in scala 1:25.000, on-line su www.pcn.minambiente.it Archiviato l'8 febbraio 2015 in Internet Archive. (consultato nel settembre 2012)
  2. ^ a b c Giulio Berutto, Valli di Lanzo e Moncenisio, Torino, Istituto Geografico Centrale, 1983.
  3. ^ a b Sulè (Punta) dal Lago di Malciaussia, pagina dell'utente Andrea81 su www.gulliver.it (consultato nel settembre 2012)
  4. ^ Lera (Monte) e Sulè (Punta) Traversata da Malciaussia, pagina su www.gulliver.it Archiviato il 2 febbraio 2014 in Internet Archive. (consultato nel settembre 2012)

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]