Punta Quattro Sorelle

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Punta Quattro Sorelle
Quattro sorelle da guglia rossa sfondo punta nera.jpg
Veduta della montagna dalla Guglia Rossa. Sullo sfondo a sinistra la Punta Nera.
StatiItalia Italia
Francia Francia
RegionePiemonte Piemonte
Provenza-Alpi-Costa Azzurra Provenza-Alpi-Costa Azzurra
ProvinciaTorino Torino
Alte Alpi
Altezza2 698 m s.l.m.
CatenaAlpi
Coordinate45°04′20.78″N 6°39′09.67″E / 45.072439°N 6.652687°E45.072439; 6.652687Coordinate: 45°04′20.78″N 6°39′09.67″E / 45.072439°N 6.652687°E45.072439; 6.652687
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Italia
Punta Quattro Sorelle
Punta Quattro Sorelle
Mappa di localizzazione: Alpi
Punta Quattro Sorelle
Dati SOIUSA
Grande ParteAlpi Occidentali
Grande SettoreAlpi Sud-occidentali
SezioneAlpi Cozie
SottosezioneAlpi del Moncenisio
SupergruppoCatena Bernauda-Pierre Menue-Ambin
GruppoGruppo della Rocca Bernauda
SottogruppoCresta Bernauda-Re Magi
CodiceI/A-4.III-B.4.a

La Punta Quattro Sorelle (2.698 m s.l.m.) è una montagna delle Alpi del Moncenisio nelle Alpi Cozie. Si trova sul confine italo-francese tra la provincia di Torino e le Alte Alpi.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

La montagna è collocata nella conca di Bardonecchia ed al termine della Catena dei Re Magi, catena che separa la Valle della Rho dalla Valle Stretta.

Dalla vetta si ha un ampio panorama su tutta la conca di Bardonecchia, sul Colle della Scala.

Cenni storici[modifica | modifica wikitesto]

La montagna, prima del Trattato di Parigi del 1947, era totalmente in territorio italiano.

Nella zona rimangono molti resti di batterie militari costruite prima della seconda guerra mondiale.

Tutela naturalistica[modifica | modifica wikitesto]

La montagna è inclusa, assieme all'area di Les Arnauds, nel Sito di Interesse Comunitario (SIC) della rete europea Natura 2000 Punta Quattro Sorelle (IT1110049), che nel complesso misura 1.319 ettari. [1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Siti di Importanza Comunitaria (SIC), Regione Piemonte, lista on-line su gis.csi.it Archiviato il 3 marzo 2016 in Internet Archive. (consultato nel settembre 2011)

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]