Punt e Mes

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Una bottiglia di Punt e Mes.

Il Punt e Mes è un vermut italiano creato nel 1870.

Caratteristiche e origine[modifica | modifica wikitesto]

È di colore amaranto e leggermente amaro. Il nome deriva dal piemontese un pont e mes (/əŋ'punt e'mez/, che letteralmente significa "un punto e mezzo") e sta per un punto di dolce (vermut) e mezzo punto di amaro (bitter). Si narra che il 19 aprile 1870, a Torino, nella bottega Carpano, un agente di borsa, alla richiesta del barista su quale bevanda volesse, avesse risposto, sovrappensiero per la variazione del valore in punti di un titolo, 'n punt e mes, ovvero un vermut corretto con mezza china.[1][2] Tra le pubblicità storiche del prodotto si ricorda il caratteristico logo ideato nel 1960 da Armando Testa.[3][4]

Utilizzi[modifica | modifica wikitesto]

Oltre che bevuto liscio (molto freddo) oppure on the rocks il Punt e Mes è utilizzato per creare cocktail, quali il Punt e Mes Negroni e il Punt e Mes Rendez-Vous, nonché è tra i vermouth più frequentemente utilizzati per il cocktail Milano-Torino.

Nella cultura di massa[modifica | modifica wikitesto]

Il senatore, nonché fondatore della FIAT, Giovanni Agnelli usava pasteggiare con un bicchiere di Punt e Mes.[5]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Cesare Bianchi, Piazza Castello, Famija Turinèisa, 1989.
  2. ^ Il vermouth di torino e il Punt e Mes Archiviato il 16 maggio 2015 in Internet Archive.
  3. ^ http://www.armandotesta.it/it/la-scuola-di-armando/. URL consultato il 29 settembre 2016.
  4. ^ Pubblicità storica del Punt e Mes (JPG). URL consultato l'11 ottobre 2015.
  5. ^ 1975 Susanna Agnelli, Vestivamo alla marinara.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]