Pugni, pupe e pepite

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Pugni, pupe e pepite
Titolo originaleNorth to Alaska
Paese di produzioneStati Uniti
Anno1960
Durata122 min
Rapporto2.35 : 1
Generecommedia, western
RegiaHenry Hathaway
Soggettodal lavoro teatrale "Birthday Gift" di Ladislas Fodor
SceneggiaturaClaude Binyon, John Lee Mahin, Martin Rackin
ProduttoreHenry Hathaway
Casa di produzione20th Century Fox
Distribuzione (Italia)20th Century Fox
FotografiaLeon Shamroy
MontaggioDorothy Spencer
Effetti specialiBarney Wolff
MusicheLionel Newman, Cyril J. Mockridge
ScenografiaDuncan Cramer, Jack Martin Smith (art director)
Stuart A. Reiss, Walter M. Scott (set decorator)
CostumiBill Thomas
TruccoBen Nye, Helen Turpin, Web Overlander, Monty Westmore
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Pugni, pupe e pepite (North to Alaska) è un film commedia del 1960 diretto da Henry Hathaway e John Wayne (non accreditato).

Interpretato da John Wayne, Stewart Granger e Capucine e ambientato in Alaska ai tempi della corsa all'oro, è un western dai toni di commedia. Nel film, il cantante Johnny Horton canta la canzone North to Alaska nei titoli di testa.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

In Alaska agli inizi del '900, è scoppiata la corsa all'oro e sorgono come funghi le città minerarie, popolate solo da uomini. In una di queste vive Sam McCord, che ha trovato una vena aurifera insieme ai fratelli George e Billy Pratt.

Un giorno Sam si reca a Seattle, incaricato da George di portargli in Alaska la fidanzata che lo aspettava in attesa che facesse fortuna, ma in città scopre che questa si è sposata con un altro. Allora, pur di non tornare a mani vuote, porta con sé Michelle, una prostituta francese chiamata "Angelo". Tuttavia questa è convinta che sia Sam l'uomo con cui dovrà vivere e non la prende bene quando scopre di essere trattata come un "regalo" per George. La donna deve mettere anche a freno gli assalti del fratello di George, il giovane Billy, stanco di vivere senza una ragazza in un campo di minatori.

Anche la miniera dà dei problemi a Sam e ai due fratelli, quando Frankie Canon cerca di rubar loro la concessione. Michelle decide di lasciare l'Alaska, chiedendo un passaggio al capitano di una nave: Sam sceso in città per contrastare i maneggi di Canon, dopo una furibonda rissa che coinvolge tutti gli abitanti, finalmente dichiara a Michelle il suo amore davanti a tutti, convincendola a restare.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

L'Alaska fu ammessa agli Stati Uniti come 49 ° stato nel 1959 e all'epoca era molto in voga, per questo furono girati altri film ivi ambientati. Il film trascorse molto tempo in pre-produzione (durante il quale era conosciuto anche come Go North) e fu ritardato dallo sciopero degli sceneggiatori e dal coinvolgimento di Wayne nel realizzare il film Alamo (1960) Le riprese sul Nord dell'Alaska non iniziarono prima del maggio 1960.

La maggior parte del film è stata girata a Point Mugu, in California. La produzione è iniziata senza una sceneggiatura completa e il film è stato ampiamente improvvisato dal regista e dagli attori.

I testi della canzone North to Alaska, durante i titoli di apertura forniscono una retrospettiva per spiegare il punto in cui il film inizia. Una versione strumentale della canzone viene anche suonata al saloon su un pianoforte quando Sam e Angel arrivano in Nome. I testi della canzone sono scritti da Mike Phillips e sono stati un successo nelle classifiche nazionali di Billboard. Tuttavia, Horton non visse per vedere il suo successo, in quanto morì in un incidente d'auto il 5 novembre 1960 (otto giorni prima dell'uscita del film).

Uscì nelle sale il 13 novembre 1960. e ottenne un buon successo di pubblico.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema