Publio Cazio Sabino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Publio Cazio Sabino (latino: Publius Catius Sabinus; fl 216; ... – ...) è stato un politico e senatore romano.

Probabilmente di origine italica, durante la sua prefettura urbana fece incidere delle iscrizioni a Ercole a Roma e ai Dioscuri a Ostia. Fu console suffetto, in data ignota. Forse è da identificarsi col Sabino menzionato come legato in un'iscrizione in una costruzione a Iuvanum, nel Norico, tra il 206 e il 209.[1]

Fu console ordinario nel 216.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Console romano Successore
Quinto Mecio Leto ,
Marco Munazio Silla Ceriale
216
con Publio Cornelio Anullino
Gaio Bruttio Presente,
Tito Messio Estricato II
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie