Ptoliporthus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Nella mitologia greca, Ptoliporthus o Ptoliporto, che significa «il Distruttore di Città» è un figlio di Telemaco e Nausicaa.

Il mito[modifica | modifica wikitesto]

Telemaco abbandonò Itaca per recarsi in terra dei Feaci, dove regnava il vecchio re Alcinoo e la sua bella figlia Nausicaa.

Il giovane prese in sposa la fanciulla e da lei ebbe Ptoliporthus. Secondo la tradizione venne così battezzato dal nonno Ulisse che era ancora in vita al tempo della sua nascita. In effetti l'epiteto di "distruttore di rocche" è attribuito a più riprese a Ulisse nei poemi omerici.

Pareri secondari[modifica | modifica wikitesto]

Alcuni gli attribuiscono il nome Persepolis.

Altre tradizioni ritengono che Ptoliporthus e Persepolis siano due fratelli nati, appunto, dall'unione di Telemaco e di Nausicaa (o di Policasta, figlia di Nestore).

Talvolta questo personaggio tende ad essere confuso con un suo simile nel nome, figlio secondogenito di Ulisse e Penelope, chiamato però Poliporte.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

Moderne[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Mitologia greca Portale Mitologia greca: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mitologia greca