Psydrax

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Psydrax
Canthium oleifolium bush.jpg
Psydrax oleifolia
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Divisione Magnoliophyta
Classe Magnoliopsida
Ordine Rubiales
Famiglia Rubiaceae
Sottofamiglia Ixoroideae
Tribù Vanguerieae
Genere Psydrax
Nomenclatura binomiale
Psydrax
Gaertn.
Specie

vedi testo

Psydrax è un genere di piante da fiore, appartenenti alla famiglia delle Rubiaceae, sottofamiglia delle Ixoroideae, tribù delle Vanguerieae. Esso consiste in alberi, arbusti e in poche liana nel regno paleotropico.

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

Il genere venne denominato nel 1788 da Joseph Gaertner nel suo De Fructibus et Seminibus Plantarum.[1] Psydrax è una parola greca che indica una bolla o una gobba. Gaertner può aver scelto questo termine riferendosi al frutto verrucoso o ai semi foruncolosi di alcune specie[2] Il nome del genere fu appena utilizzato dopo che Gaertner lo aveva proposto poiché molti autori ponevano queste specie nel genere Canthium. Psydrax fu ripristinato nel 1985 e 37 specie africane vi furono trasferite dal Canthium.[3] Il genere "monospecie" Mesoptera fu anche inserito nel Psydrax.[4]

Fu dimostrato che il genere Psydrax è monofilo in uno studio di Filogenesi molecolare.[5] Esso è strettamente legato ai Afrocanthium, Cyclophyllum e Keetia, generi che sono stati staccati dal Canthium.[5][6]

Specie[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) J. Gaertner, De Fructibus et Seminibus Plantarum, vol. 1, 1788, p. 125.
  2. ^ (EN) U. Quattrocchi, CRC World Dictionary of Plant Names, 3ª ed., Baton Rouge, New York, London, Washington DC., CRC Press, 2000, ISBN 978-0-8493-2673-8.
  3. ^ (EN) D.M. Bridson, The reinstatement of Psydrax (Rubiaceae, subfam. Cinchonoideae tribe Vanguerieae) and a revision of the African species, in Kew Bulletin, vol. 40, nº 4, 1985, pp. 687–725, DOI:10.2307/4109853.
  4. ^ (EN) Rafaël Govaerts, World Checklist of Selected Plant Families, Royal Botanic Gardens, Kew. URL consultato il 12 settembre 2013.
  5. ^ a b (EN) H. Lantz & B. Bremer, Phylogeny inferred from morphology and DNA data: characterizing well-supported groups in Vanguerieae (Rubiaceae), in Botanical Journal of the Linnean Society, vol. 146, nº 3, 2004, pp. 257–283, DOI:10.1111/j.1095-8339.2004.00338.x.
  6. ^ (EN) D.M. Bridson, The reinstatement of the African genus Keetia (Rubiaceae subfam. Cinchonoideae tribe Vanguerieae), in Kew Bulletin, vol. 41, nº 4, 1986, pp. 965–994, DOI:10.2307/4102996.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica