Psittacara leucophthalmus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Parrocchetto occhibianchi
Aratinga leucophthalma -Goias, Brazil-8.jpg
Psittacara leucophthalmus
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Aves
Sottoclasse Neornithes
Superordine Neognathae
Ordine Psittaciformes
Famiglia Psittacidae
Sottofamiglia Arinae
Genere Psittacara
Specie P. leucophthalmus
Nomenclatura binomiale
Psittacara leucophthalmus
(Müller, 1776)
Sinonimi

Aratinga leucophthalma

Il parrocchetto occhibianchi (Psittacara leucophthalmus (Müller, 1776)) è un uccello della famiglia degli Psittacidi.[2]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Affine al parrocchetto frontecremisi (Psittacara finschi), sarebbe anche del tutto identico se non fosse per la colorazione rossa facciale che invece di essere ben localizzata su fronte e corona come nella P. finschi è costituita da una serie di macchie più o meno diffuse. Ha taglia attorno ai 32 cm.[senza fonte]

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Vive in Ecuador, Colombia, Guyana francese, Guyana, Suriname, Venezuela, Bolivia, Peru, Argentina settentrionale, Brasile, Paraguay e Uruguay.[1]

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

Psittacara leucophthalmus era in precedenza inquadrata nel genere Aratinga come A. leucophthalma.

Sono note 3 sottospecie:[2]

  • P. l. leucophthalmus, sottospecie nominale, con molte piccole scaglie rosse su faccia e collo;
  • P. l. callogenys (Salvadori, 1891), simile alla sottospecie nominale ma con piumaggio generale più scuro;
  • P. l. nicefori (Meyer de Schauensee, 1946), con piumaggio più pallido e rosso anche sulla fronte.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) BirdLife International 2012, Psittacara leucophthalmus, su IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2015.2, IUCN, 2015. URL consultato il 9 giugno 2016.
  2. ^ a b (EN) Gill F. and Donsker D. (eds), Family Psittacidae, in IOC World Bird Names (ver 6.2), International Ornithologists’ Union, 2016. URL consultato il 9 giugno 2016.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Uccelli Portale Uccelli: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di uccelli