Psicologia metacorporea

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La Psicologia metacorporea nasce come una branca della Psicologia, e si connota come approccio orientato al benessere dell'individuo sul piano psicologico, emozionale e fisico. Essa nasce partendo da diverse teorie e riferimenti filosofici, ma assume una connotazione propria, che la rende una vera e propria branca autonoma e indipendente, una filosofia.

Riferimenti filosofici e teorici[modifica | modifica wikitesto]

Tra i riferimenti filosofici e teorici che sono cardine della Psicologia Metacorporea troviamo:

  • La Psicologia Umanistica: partendo dagli autorevoli studi di Maslow[1] e Rogers[2]. Per entrambi la Persona è al centro della Relazione, essa è l'unico soggetto in grado di operare il proprio cambiamento, l'individuo è l'unico responsabile di ciò che gli accade.
  • La Psicologia Sistemica: con gli studi di Baetson[3] e Watzlawick[4]. Questi studiosi portano la loro attenzione sul condizionamento inevitabile che il vivere in un gruppo (familiare, amicale, di lavoro,...) porta alla persona.
  • La Psicologia Bioenergetica: partendo dapprima dagli studi di Reich e dalle più moderne scoperte di Lowen[5], risulta di fondamentale importanza l'aspetto corporeo nel processo finalizzato al benessere e alla consapevolezza emozionale.
  • La Visione Transpersonale[6]: nasce a cavallo tra la fine degli anni '60 e l'inizio degli anni '70. Essa porta l'attenzione alla Persona intesa nei suoi bisogni spirituali e di coscienza. Secondo la visione transpersonale quindi la persona ha dentro di sé le risorse e gli strumenti per avvicinarsi all'autorealizzazione e allo sviluppo delle proprie potenzialità.

La Psicologia Metacorporea, partendo da tutte queste autorevoli discipline, si connota come una filosofia che ribalta il significato da "cura" a "prendersi cura", attraverso tutta una serie di tecniche e strumenti utili alla consapevolezza emotiva, al benessere e all'autorealizzazione della Persona.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ “Respingo deliberatamente la troppo facile distinzione tra malattia e salute, almeno per quanto riguarda i sintomi superficiali. Essere ammalati significa forse accusare sintomi? Ebbene, sostengo che la malattia può consistere nel non accusare alcun sintomo quando dovrei accusarlo. E la salute, significa esser privi di sintomi? Lo nego. Quale dei nazisti ad Auschwitz o a Dachau era in buona salute? Quelli con la coscienza tormentata, o quelli la cui coscienza appariva loro chiara, limpida serena? In quella condizione, una persona profondamente umana era possibile non avvertisse conflitto, sofferenza, depressione, furia e così via?" citazione di Maslow
  2. ^ “In ogni organismo, uomo compreso, c’è un flusso costante teso alla realizzazione costruttiva delle sue possibilità intrinseche, una tendenza naturale alla crescita.” citazione Rogers
  3. ^ "Il fiume modella le sponde e le sponde guidano il fiume." citazione Baetson
  4. ^ "È impossibile non comunicare" primo assioma della comunicazione
  5. ^ "L'esperienza vissuta si struttura nel corpo ed anche se molto può essere fatto per diminuire i suoi effetti invalidanti, nessuno può essere ristabilito nello stato di innocenza che esisteva prima..." citazione Lowen
  6. ^ “Our ability to leave our physical bodies and travel to other places has been demonstrated in controlled laboratory experiments by researchers with good academic credentials” citazione Grof

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Il Respiro che Guarsice - autore: Gian Marco Carenzi;
  • Il Corpo non Mente - autori: Luciano Marchino e Monique Mizrahil;
  • La Psicoterapia del Corpo - autori: David Boadella e Jerome Liss;
  • L'ascolto Profondo - autore: Jerome Liss

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • www.metacorporea.it
Psicologia Portale Psicologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di psicologia