Psicologia del marketing

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La psicologia del marketing si occupa di analizzare le motivazioni sottostanti i comportamenti di acquisto. I temi maggiormente analizzati dalla psicologia del marketing sono: le pulsioni d'acquisto (conscie, subconscie, inconsce), l'analisi motivazionale, le tipologie di acquisto (razionale, culturale, compulsivo, e altre tipologie), l'influenza dei processi sensoriali sulla valutazione dei prodotti e servizi (psicofisiologia della percezione), i processi mentali attivi nelle fasi di valutazione, di scelta e di utilizzo di prodotti e servizi (neuromarketing). Sono inoltre rilevanti i processi di misurazione di atteggiamenti, credenze e valutazioni sottostanti le scelte di marchi e prodotti, l'influenza delle relazioni umane (es, venditore-cliente) sulla soddisfazione complessiva del cliente (customer satisfaction relazionale).

Tra i modelli predominanti nello studio delle pulsioni d'acquisto, si collocano la piramide dei bisogni di Maslow.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Keith C. Williams (1988). Psicologia per il marketing. Il Mulino, Bologna.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]