Pseudomyrmecinae

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Pseudomyrmecinae
Pseudomyrmex ferrugineus casent0005785 profile 1.jpg
Pseudomyrmex ferrugineus
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Ramo Bilateria
Phylum Arthropoda
Subphylum Tracheata
Superclasse Hexapoda
Classe Insecta
Sottoclasse Pterygota
Coorte Endopterygota
Superordine Oligoneoptera
Sezione Hymenopteroidea
Ordine Hymenoptera
Sottordine Apocrita
Sezione Aculeata
Superfamiglia Vespoidea
Famiglia Formicidae
Sottofamiglia Pseudomyrmecinae
M.R.Smith 1952
Generi

Pseudomyrmecinae M.R.Smith, 1952 è una sottofamiglia di insetti imenotteri della famiglia Formicidae.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Le Pseudomyrmecine si riconoscono per gli occhi molto grandi e per il primo segmento delle antenne relativamente corto, meno di 3/4 della lunghezza della testa; hanno inoltre un pungiglione ben sviluppato. Il pronoto e il mesonoto delle operaie sono nettamente distinti e articolati.[1]

Le larve possiedono una sacca sulla superficie ventrale del torace, detta trophothylax, in cui le operaie depongono il cibo.

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Sono formiche prevalentemente arboricole, che costruiscono i loro nidi in cavità preformate nel legno, quali il midollo di ramoscelli secchi o gallerie scavate nel legno da altri insetti. Un gran numero di specie (circa il 20% di quelle note) dipendono da piante mirmecofile che offrono loro ospitalità all'interno di cavità dedicate (domazie), come per esempio le stipole di alcune specie di Acacia o i piccioli foliari di alcune specie di Tachigali e Triplaris.[1]

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

La sottofamiglia Pseudomyrmecinae comprende i seguenti generi:[2]

Dati molecolari e morfologici sostengono l'ipotesi di una relazione cladistica tra Pseudomyrmecinae e Myrmeciinae, il che comporterebbe un'origine africana risalente al Cretaceo, con successiva dispersione dall'Africa al Sud America.[3]

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

La sottofamiglia ha una distribuzione prevalentemente pantropicale: il genere Pseudomyrmex è ampiamente diffuso nel Nuovo Mondo, il genere Tetraponera nel Vecchio Mondo (Africa, Madagascar, India, sudest asiatico, Australia), mentre Myrcidris è ristretto al Brasile.[4]

La maggior parte delle specie vivono nelle foreste tropicali e nella savana.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Ward PS, Ants of the subfamily Pseudomyrmecinae, in The Ward ANT Lab. URL consultato il 2 febbraio 2012.
  2. ^ Pseudomyrmecinae, in AntWeb. URL consultato il 2 febbraio 2012.
  3. ^ Ward PS and Downie DA, The ant subfamily Pseudomyrmecinae (Hymenoptera: Formicidae): phylogeny and evolution of big-eyed arboreal ants, in .Systematic Entomology, 2005; 30: 310–335.
  4. ^ Pseudomyrmecinae Overview, in Ants Down Under, Commonwealth Scientific and Industrial Research Organisation (CSIRO). URL consultato il 2 febbraio 2012.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Artropodi Portale Artropodi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di artropodi