Provincia di Misiones

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Provincia di Misiones
provincia
Provincia de Misiones
Provincia di Misiones – Stemma Provincia di Misiones – Bandiera
Provincia di Misiones – Veduta
Localizzazione
StatoArgentina Argentina
Amministrazione
CapoluogoPosadas
Territorio
Coordinate
del capoluogo
27°25′S 55°48′W / 27.416667°S 55.8°W-27.416667; -55.8 (Provincia di Misiones)Coordinate: 27°25′S 55°48′W / 27.416667°S 55.8°W-27.416667; -55.8 (Provincia di Misiones)
Altitudine190 m s.l.m.
Superficie29 801 km²
Abitanti1 101 593 (2010[1])
Densità36,96 ab./km²
Dipartimenti17
Altre informazioni
Fuso orarioUTC-3
ISO 3166-2AR-N
Cartografia
Provincia di Misiones – Localizzazione
Sito istituzionale

Misiones è una provincia dell'Argentina (29.801 km² capoluogo Posadas). Prende il nome dalle numerose missioni dei gesuiti create tra il 1609 ed il 1773 tra gli Indios Guaranì per convertirli.

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

Tipico suolo di terra rossa (tierra colorada), nella provincia di Misiones (notare sulla sommità della bassa cordigliera il bosco di araucarie curí).

Benché questa provincia argentina si trovi in zone apparentemente subtropicali per l'influsso dei grandi fiumi (Paraná + Uruguay + Iguazú) che procedono da zone calde tropicali, il clima prevalente ha caratteristiche tropicali umide, ed è per questo motivo che fino ad inizi del XX secolo tutto il territorio era coperto di una densa silva paranaense e i suoi suoli sono rossi oxisoli. Tutta la provincia ha d'altra parte come rilievi le due basse cordigliere chiamate Sierra di Missioni e Sierra del Imán, ove prosperano ancora boschi di conifere native tra le quali si evidenziano le araucarie cury o curí. Durante gli inverni meridionali, specialmente nel mese di luglio, capitano di notte anche nevicate.

Nel nord di questa provincia argentina risaltano per la loro bellezza e singolarità le grandi cascate del Parco nazionale dell'Iguazú, dichiarate Patrimonio dell'umanità dall'UNESCO.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1811 le truppe di Manuel Belgrano liberarono l'allora vasta provincia di Misiones, che entrò a far parte dell'Argentina. Dopo l'invasione portoghese-brasiliana del 1825, in cui fu ucciso il comandante Andrés Guazurary, le sue antiche città e missioni gesuitiche furono distrutte e la provincia rimase praticamente spopolata. Mentre i brasiliani invasero le Misiones Orientales, i paraguaiani opportunisticamente usurparono le Misiones Occidentali e Centrali; nel 1865 le forze paraguaiane invasero ancora i territori di Misiones in quella che fu conosciuta come la guerra della triplice alleanza (1864–1870). In seguito alla sconfitta del Paraguay e all'accordo di pace con l'Argentina, il Paraguay rinunciò a rivendicare il territorio di Misiones. Nel 1870 l'Argentina promosse con successo un ripopolamento del territorio non solo con creoli (gauchi) argentini ma anche con immigrati europei di origine italiana, spagnola e specialmente di origine polacca e ucraina e anche danesi, tedeschi ecc, dai quali discende la maggior parte dalla popolazione argentina misionera attuale.

Mappa dell'Argentina col territorio completo di Misiones (Missioni) fino all'anno 1895.

Nel 1895 l'Argentina dovette rinunciare a 30 mil km² a beneficio del Brasile nelle Missioni Orientali (Misiones Orientales) a seguito del lodo arbitrale di fronte al presidente statunitense Grover Cleveland. Nella sentenza Cleveland dichiarò che i fiumi Pepiri (anche chiamato Pepiry-Guazú) e San Antonio segnano il limite riconosciuto nel 1759 e 1760, dalla commissione mista nominata nel 1750, in accordo al trattato di Madrid, da Spagna e Portogallo.

La città di Clevelândia, nello stato brasiliano di Paraná, localizzata nell'area contesa, fu nel 1892 così nominata in omaggio al presidente Cleveland, mentre quella di Dionísio Cerqueira lo fu in omaggio al cancelliere brasiliano Dionísio Evangelista de Castro Cerqueira, che firmò il trattato definitivo.

Dipartimenti[modifica | modifica wikitesto]

La provincia è divisa in 17 dipartimenti:

  1. Apóstoles (Apóstoles)
  2. Cainguás (Campo Grande)
  3. Candelaria (Santa Ana)
  4. Concepción de la Sierra (Concepción de la Sierra)
  5. Eldorado (Eldorado)
  6. General Manuel Belgrano (Bernardo de Irigoyen)
  7. Guaraní (El Soberbio)
  8. Iguazú (Puerto Esperanza)
  9. La Capital (Posadas)
  10. Leandro N. Alem (Leandro N. Alem)
  11. Libertador General San Martín (Puerto Rico)
  12. Montecarlo (Montecarlo)
  13. Oberá (Oberá)
  14. San Ignacio (San Ignacio)
  15. San Javier (San Javier)
  16. San Pedro (San Pedro)
  17. Veinticinco de Mayo (Alba Posse)

Ogni dipartimento è composto da comuni (municipios), le cui amministrazioni sono elette dalla popolazione. Dal 2002 i comuni sono a loro volta distinti in comuni di prima categoria e di seconda categoria, a seconda del numero degli abitanti.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàLCCN (ENn80024395 · BNF (FRcb122900359 (data) · WorldCat Identities (ENn80-024395