Provincia di Bamiyan

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bamiyan
provincia
(PS) باميان
Localizzazione
Stato Afghanistan Afghanistan
Amministrazione
Capoluogo Bamiyan
Governatore Habiba Sarabi
Territorio
Coordinate
del capoluogo
34°49′N 67°49′E / 34.816667°N 67.816667°E34.816667; 67.816667 (Bamiyan)Coordinate: 34°49′N 67°49′E / 34.816667°N 67.816667°E34.816667; 67.816667 (Bamiyan)
Superficie 14 175 km²
Abitanti 423 916[1] (2012)
Densità 29,91 ab./km²
Altre informazioni
Fuso orario UTC+4:30
ISO 3166-2 AF-BAM
Cartografia

Bamiyan – Localizzazione

Bamiyan è una provincia dell'Afghanistan di 423.916 abitanti, che ha come capoluogo Bamiyan.

Confina con le province di Sar-e Pol a nord-ovest, di Samangan a nord, di Baghlan a nord-est, di Parvan a est, di Vardak a sud-est, di Ghazni a sud, di Daikondi a sud-ovest e di Ghowr a ovest.

Situata nel centro della regione chiamata Hazarjat (anche Hazaristan), il capoluogo è il principale centro abitato della regione nonché il centro culturale dell'etnia Hazara.

L'area divenne sfortunatamente celebre nel 2001 per la distruzione dei Buddha di Bamiyan ad opera dei talebani. Nella provincia di Bamiyan si trova il Parco nazionale Band-e Amir, primo e unico parco nazionale dell'Afghanistan.

Un altro primato della provincia è quello di essere guidata dall'unico governatore donna del paese: Habiba Sarabi.

Strada per Bamiyan

Amministrazioni[modifica | modifica wikitesto]

La provincia di Bamian è divisa in 7 distretti:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ World Gazetteer, world-gazetteer.com.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità BNF: (FRcb124317498 (data)