Provincia del Capo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Provincia del Capo di Buona Speranza
Provincia del Capo di Buona Speranza – BandieraProvincia del Capo di Buona Speranza - Stemma
Map of the provinces of South Africa 1976-1994 with the Cape highlighted.svg
Dati amministrativi
Nome ufficialeProvince of the Cape of Good Hope
Lingue parlateInglese, afrikaans
CapitaleCittà del Capo
Dipendente daSudafrica Sudafrica
Politica
Forma di governoMonarchia costituzionale
Nascita1910
Fine1994
Territorio e popolazione
Massima estensione569 020 k nel 1910
Popolazione2 564 965 nel 1910
Evoluzione storica
Preceduto daColonia del Capo
Succeduto daCapo Occidentale
Capo Orientale
Capo Settentrionale
Nordovest

La provincia del Capo di Buona Speranza era la più estesa delle quattro antiche province del Sudafrica tra il 1910 e il 1994, dato che da sola rappresentava quasi la metà del territorio del Paese.

Sua capitale era Città del Capo, la metropoli del Sudafrica, e sue città principali erano soprattutto Kimberley, Port Elizabeth, East London, Grahamstown, Upington, Oudtshoorn, George, Stellenbosh, Swellendam, Mossel Bay, Graaff-Reinet, King William's Town e Queenstown.

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

La provincia confinava ad est con il Natal, a nord-est con il Lesotho (Basutholand), lo Stato Libero dell'Orange e il Transvaal e a nord con il Botswana (Bechuanaland) e la Namibia (Africa del Sud-Ovest).

A partire dal 1948 e dall'istituzione dei bantustan come parte dell'attuazione della politica dell'apartheid, i suoi confini ad est furono modificati con la creazione nel 1959 dei territori cuscinetto del Transkei e del Ciskei (divenuti ufficiosamente indipendenti nel 1976 e nel 1981), dove fu radunata la maggioranza dei neri di etnia xhosa della provincia. Dopo l'espulsione dei neri, bianchi e meticci andarono a costituire la maggior parte della popolazione della provincia.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La provincia del Capo fu fondata nel 1910 in seno alla nuova Unione Sudafricana raggruppando le antiche colonie e protettorati britannici conosciuti con il nome di colonia del Capo, Stellaland, Griqualand, Nuova Repubblica e Bechuanaland britannico.

Nel 1971, la provincia ricevette dal governo sudafricano l'incarico di amministrare direttamente l'enclave di Walvis Bay.

Nel 1994, la provincia del Capo venne riunificata con i suoi bantustan e poi suddivisa in 4 nuove province: il Capo Occidentale, il Capo Orientale, il Capo Settentrionale e la provincia del Nordovest, nella quale entrò a far parte solo una piccola zona dell'antica provincia. Walvis Bay, invece, venne integrata nel territorio della Namibia, indipendente da quattro anni.

Note[modifica | modifica wikitesto]


Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN152452964 · LCCN (ENn81056644 · GND (DE63167-X · WorldCat Identities (ENn81-056644
Africa del Sud Portale Africa del Sud: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Africa del Sud