Proteste a Cuba del 2021

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Proteste a Cuba del 2021
Protests in Havana against the government of Cuba.png
Manifestanti a L'Avana l'11 luglio 2021
Data11 luglio 2021 - 17 luglio 2021
LuogoSan Antonio de los Baños[1], Cuba
Causa
Esito
  • Concessioni del governo cubano su rimozione dazi su import alimenti, medicinali, prodotti da bagno e altre merci[2]
Schieramenti
Comandanti
Nessuna leadership centralizzata[9]Cuba Miguel Díaz-Canel
Cuba Manuel Marrero Cruz
Effettivi
SconosciutiSconosciuti
Perdite
Diversi feriti tra le forze di polizia e i manifestanti pro-governativi
Voci di sommosse presenti su Wikipedia

Le proteste a Cuba del 2021, descritte come le maggiori proteste anti-governative a Cuba dal Maleconazo del 1994,[14][15][16] sono iniziate l'11 luglio 2021 e sono principalmente proteste contro il governo cubano e contro il Partito Comunista di Cuba (unico partito legale nel Paese),[17][18][19] causate sia della crisi economica per l'aumento dei prezzi sulle medicine, sui prodotti alimentari e sulle materie prime,[20][21] che dall'autoritarismo del governo comunista[22] e dalla sua risposta alla pandemia di COVID-19 nel Paese (ove si è verificata un'ondata di contagi proprio dall'estate 2021).[23][24][25]

L'epicentro delle proteste si colloca a San Antonio de los Baños per poi espandersi in tutta l'isola cubana, trovando riscontro e sostegno anche all'estero nelle vicinanze delle ambasciate cubane.[26]

Manifestazioni di segno opposto dove si chiedeva la fine dell'embargo statunitense contro Cuba (ritenuto essere tra le cause delle proteste,[27][28] sebbene gli USA siano, al 2018, il maggior fornitore di prodotti alimentari e agricoli a Cuba e abbiano esportato a Cuba 275 milioni di dollari di beni umanitari, tra cui medicinali, nello stesso anno)[29][30] e delle sanzioni statunitensi sono avvenute a L'Avana il 17 luglio 2021, con la partecipazione di decine di migliaia di manifestanti.[31]

Le reazioni internazionali si sono divise tra Stati che sostengono i manifestanti anti-governativi, il governo, la fine dell'embargo o il dialogo. Le manifestazioni anti-governative sono sostenute dal Movimento San Isidro, associazione di cubani che protestano contro l'aumento della censura del governo sull'espressione artistica a Cuba,[32][33][34][35] dall'Unión Patriótica de Cuba, organizzazione anticomunista di dissidenti cubani, che sostiene la "lotta pacifica ma ferma" al governo comunista cubano[36][5][6] e coalizioni di gruppi per i diritti umani a Cuba all'interno e all'esterno di Cuba.[37][38]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Cuba, proteste senza precedenti contro la crisi economica: “Basta dittatura”. Presidente: “Dietro ci sono gli Usa, vogliono provocare disordini sociali”, su ilfattoquotidiano.it.
  2. ^ Cuba: prime concessioni dal Governo, via dazi su import alimenti, su ansa.it.
  3. ^ Migliaia in piazza a Cuba: "Abbasso la dittatura", su repubblica.it.
  4. ^ Cuba. Il “movimento San Isidro” in sintonia con il ricatto Usa, su cuba-si.ch.
  5. ^ a b (EN) Dissident leader Ferrer arrested in Cuba: supporter, su france24.com.
  6. ^ a b (EN) Cuba arrests activists as government blames unrest on U.S. interference, su reuters.com.
  7. ^ «Fame e proteste» a Cuba, i vertici accusano Washington e la manipolazione dei social, su ilmanifesto.it.
  8. ^ Cuba, migliaia in piazza contro il governo: un morto. Protesta più grande dagli anni ’90, su tg24.sky.it.
  9. ^ C’è Movimiento all’Avana. Grazie a San Isidro, su repubblica.it.
  10. ^ Cuba protests: One dead and scores missing after rare demonstrations, su bbc.com.
  11. ^ Cuba, primo morto durante le proteste. L’appello dei vescovi: “Stop alle violenze”, su repubblica.it.
  12. ^ Más de 100 desaparecidos, varios muertos y bloqueo de comunicaciones en Cuba, según ONGs, su abc.es.
  13. ^ Un muerto y más de 100 detenidos tras protestas: ¿Qué está pasando en Cuba?, su vozdeamerica.com.
  14. ^ Cubans take to the streets for the biggest anti-government protests in decades - The Washington Post, su web.archive.org, 12 luglio 2021. URL consultato il 20 luglio 2021 (archiviato dall'url originale il 12 luglio 2021).
  15. ^ Directo | Díaz-Canel llama a los partidarios del Gobierno cubano: "La orden de combate está dada", su web.archive.org, 11 luglio 2021. URL consultato il 20 luglio 2021 (archiviato dall'url originale l'11 luglio 2021).
  16. ^ Thousands of Cubans protest to demand end to dictatorship | Miami Herald, su web.archive.org, 12 luglio 2021. URL consultato il 20 luglio 2021 (archiviato dall'url originale il 12 luglio 2021).
  17. ^ Thousands join rare anti-government protests in Cuba - France 24, su web.archive.org, 11 luglio 2021. URL consultato il 20 luglio 2021 (archiviato dall'url originale l'11 luglio 2021).
  18. ^ Protestas en varias ciudades de Cuba contra el Gobierno, su web.archive.org, 12 luglio 2021. URL consultato il 20 luglio 2021 (archiviato dall'url originale il 12 luglio 2021).
  19. ^ (EN) Cuba protests: Thousands rally against government as economy struggles, in BBC News, 12 luglio 2021. URL consultato il 20 luglio 2021.
  20. ^ A Cuba si protesta contro il governo a causa della crisi economica, su wired.it.
  21. ^ Cuba, un morto nelle proteste. I vescovi in difesa della gente: "Hanno il diritto di manifestare", su repubblica.it.
  22. ^ (EN) Bernie Sanders says Cubans have ‘right to live in democratic society’, su The Independent, 13 luglio 2021. URL consultato il 20 luglio 2021.
  23. ^ Cuba lifts food, medicine customs restrictions after protests | Reuters, su web.archive.org, 15 luglio 2021. URL consultato il 20 luglio 2021 (archiviato dall'url originale il 15 luglio 2021).
  24. ^ Why has Cuba exploded in protests? It goes beyond the U.S. embargo and the pandemic, su web.archive.org, 14 luglio 2021. URL consultato il 20 luglio 2021 (archiviato dall'url originale il 14 luglio 2021).
  25. ^ (EN) Jen Kirby, Artists laid the foundation for Cuba’s protests. An economy in free fall and the pandemic ignited it., su Vox, 15 luglio 2021. URL consultato il 20 luglio 2021.
  26. ^ Milano, protesta contro Diaz-Canel sotto il consolato cubano., su tg24.sky.it.
  27. ^ Proteste a Cuba, capire perché e dire basta all’embargo, su ilmanifesto.it.
  28. ^ (EN) Unrest Continues In Cuba, su npr.org, 18 luglio 2021. URL consultato il 22 luglio 2021.
  29. ^ (EN) Cuba (CUB) Exports, Imports, and Trade Partners | OEC, su OEC - The Observatory of Economic Complexity. URL consultato il 20 luglio 2021.
  30. ^ (EN) U.S. Relations With Cuba, su United States Department of State. URL consultato il 20 luglio 2021.
  31. ^ Cuba: manifestazione con Castro e Díaz-Canel a L'Avana, su ansa.it, 17 luglio 2021. URL consultato il 17 luglio 2021.
  32. ^ Cuba, Movimento San Isidro Italia: "Regime sbaglia da 62 anni', su adnkronos.com.
  33. ^ Proteste e repressioni, a Cuba esplode la violenza: la Russia accusa gli Usa di sobillare la rivolta, su today.it.
  34. ^ Cuba, tornano dopo 30 anni le proteste contro il regime, su ilsole24ore.com.
  35. ^ (EN) Explained: What is the San Isidro Movement, posing a stiff challenge to Cuba’s authoritarian regime?, su The Indian Express, 18 dicembre 2020. URL consultato il 20 luglio 2021.
  36. ^ (EN) Sobre nosotros, su Patriotic Union of Cuba | UNPACU. URL consultato il 20 luglio 2021.
  37. ^ diariolasamericas.com, https://www.diariolasamericas.com/america-latina/cubanos-firman-declaracion-compromiso-dia-la-independencia-n4199553.
  38. ^ (EN) Pro-Democracy, Human Rights Group Echoes Calls For Freedom In Cuba, su miami.cbslocal.com, 12 luglio 2021. URL consultato il 20 luglio 2021.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]