Produzione sovietica di veicoli corazzati nella seconda guerra mondiale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
In ordine i prototipi A-8 (BT-7M), A-20 e T-34 del 1940 e del 1941

Durante la seconda guerra mondiale[1] con l'inizio delle ostilità tra Unione sovietica e Germania nazista durante l'Operazione Barbarossa il 22 giugno 1941, la produzione sovietica di mezzi corazzati crebbe notevolmente per recuperare il grosso divario che esisteva tra i due eserciti.

Le cifre trattano la produzione fino alla prima metà del 1945 e include solo le nuove unità prodotte. L'Unione Sovietica possedeva circa 19.221 veicoli corazzati al momento dell'entrata in guerra. IN questa lista non compaiono gli autoblindo le aeroslitte i trattori d'artiglieria e i treni armati.

Veicoli corazzati leggeri[modifica | modifica wikitesto]

Veicoli corazzati sotto le 15 tonnellate di peso, spesso costruiti in fabbriche civili convertite alla produzione militare. Per questa ragione la produzione di carri leggeri fu continua durante tutta la guerra, anche se molti modelli furono lo stesso consegnati dagli alleati nell'ambito del Lend-Lease.

Modello 1940 1941 1942 1943 1944 1945 Totale
Carri armati T-26 1,549 1,549
BT-8 706 706
T-40 41 181 222
T-50 48 15 63
T-60 1,818 4,474 6,292
T-70 4,883 3,343 8,226
Semoventi d'artiglieria SU-76 26 1,928 7,155 3,562 12,671
Totale 2,255 1,907 9,579 5,391 7,155 3,562 30,079

Note:

  • I SU-76 armati con un cannone da 76 mm furono costruiti su scafo del T-70.

Veicoli corazzati medi[modifica | modifica wikitesto]

La costruzione di questi veicoli corazzati necessitò di macchinari specifici, e per questo motivo furono costruiti in fabbriche civili riconvertite dalla produzione di trattori pesanti, locomotive e componenti navaline.

Il carro T-34 fu uno degli esempi più riusciti di fabbricazione a catena di montaggio, fu il carro più prodotto in Unione Sovietica e il suo facile utilizzo lo fece diventare anche una delle basi più utilizzate nella costruzione di altri modelli di veicoli controcarro o semoventi.

Modello 1940 1941 1942 1943 1944 1945 Totale
Carri armati T-28 12 12
T-34 115 2,800 12,553 15,812 3,500 34,780
T-34-85 10,449 12,110 22,559
T-44 200 200
Semoventi d'artiglieria SU-122 25 630 493 1,148
SU-85 750 1,300 2,050
SU-100 500 1,175 1,675
Totale 127 2,800 12,578 17,192 16,242 13,485 62,424

Note:

  • L'esigua produzione del T-28 fu a causa dell'obsolescenza del modello e dalla presenza all'inizio del conflitto di molti modelli prodotti nel periodo pre-conflitto.
  • Il T-34 era originariamente armato con un cannone da 76-mm gun, poi con un 76 mm ad alta velocità, e infine con un cannone da 85 mm in una torretta più grande. La produzione del T-34/85 nella tabella rappresenta la produzione totale considerando tutto il 1945
  • Il SU-85, SU-122 e SU-100 furono costruiti su scafo del T-34. Il SU-85 ae più tardi il SU-100 furono ridesignati come cacciacarri. Il SU-122 montava un obice da 122-mm M-30 per contrastare la fanteria.

Veicoli corazzati pesanti[modifica | modifica wikitesto]

La produzione sovietica di carri armati pesanti fu costantemente in pericolo durante tutta la guerra, a causa delle abbondanti interferenze politiche, in quanto questi veicoli richiedevano un impiego di risorse molto maggiore, rispetto ad esempio al T-34 che comunque si comportava molto bene in battaglia. Il maggior numero di carri pesanti prodotti furono però dei semoventi, la cui potenza di fuoco poteva essere utilizzata contro diversi bersagli.[2]

Modello 1940 1941 1942 1943 1944 1945 Totale
Carri armati KV-1 141 1,121 1,753 3,015
KV-1S 780 452 1,232
KV-8 102 35 137
KV-85 130 130
IS-2 102 2,252 1,500 3,854
IS-3 350 350
Semoventi d'artiglieria KV-2 102 232 334
SU-152 704 704
ISU-122/152 35 2,510 1,530 4,075
Totale 243 1,353 2,635 1,458 4,762 3,030 13,831

Note:

sui carri armati pesanti

  • Il KV-1 (Kliment Voroshilov) era armato con un cannone da 76 mm; e insieme al T-34, fu uno dei modelli in cui la bocca da fuoco fu incrementata nel corso del conflitto.
  • Il KV-1Sfu una versione del KV-1con armatura leggera a favore della velocità, e con una nuova torretta sempre per il pezzo da 76.
  • Infine il KV-85 era un KV-1S armato con un cannone da 85 mm nella stessa torretta dell' IS-1.
  • Dopo che Voroshilov perse il favore politico all'interno del partito, il nuovo modello KV-13 con la torretta del KV-85 fu rinominato IS-1 dove IS stava per Iosif Stalin.
  • KV-8 lanciafiamme.

sui semoventi d'artiglieria pesanti

  • Il KV-2 su scafo KV-1, era armato con un obice da 152 millimetri in una torretta pesantemente corazzata, e destinato ad essere utilizzato contro obiettivi fortificati e fanteria.
  • Il SU-152 armato con un obice da 152 millimetri su carena del KV-1S. Come il KV-2 era destinato ad essere utilizzato come arma contro la fanteria d'assalto, ma con un profilo molto più basso quindi più economico e facile da produrre.
  • Il ISU-122 e ISU-152 prodotti su dcafi IS. Erano entrambi usati come cannoni d'assalto, ed entrambi sono stati utili come semoventi anti-carro armato.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ da parte sovietica, conosciuta come Grande guerra patriottica
  2. ^ Zaloga and Ness ( 2003), Red Army hand book, Sutton publishers Ltd. ISBN 0750932090

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]