Procopio Serpotta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Procopio Serpotta (Palermo, 1679Caccamo, 1756) è stato uno scultore e stuccatore italiano.

Figlio naturale di Giacomo Serpotta (e di una donna sconosciuta) si formò nella bottega paterna, apprendendo soprattutto la tecnica dello stucco nella quale la famiglia dei Serpotta si era affermata. Collaborò a varie imprese decorative a Palermo, in collaborazione con il padre e con il fratello di questi, Giuseppe.

Sposò Lucia Falbo, da cui ebbe dieci figli.[1]

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Palermo[modifica | modifica wikitesto]

Presentazione al Tempio, chiesa della Madonna di Monte Oliveto.

Opere sparse[modifica | modifica wikitesto]

Caccamo[modifica | modifica wikitesto]

  • XVIII secolo, Decorazioni, fregi e manufatti in stucco, in collaborazione col padre Giacomo Serpotta, opere presenti nella chiesa di San Benedetto alla Badia.

Monreale[modifica | modifica wikitesto]


Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ U. Ojetti, L’arte e la storia. Giacomo Serpotta, in Ottocento Novecento e via dicendo, Milano, Arnoldo Mondadori, 1936, p. 112, SBN IT\ICCU\RLZ\0219911.
  2. ^ Atlante dell'arte italiana - Serpotta Giacomo, Decorazioni plastiche, 1706-1709 Archiviato il 23 luglio 2015 in Internet Archive.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN62453487 · ISNI (EN0000 0001 1656 7536 · GND (DE123371171 · ULAN (EN500088065 · CERL cnp00575102 · WorldCat Identities (EN62453487